Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Comunicati stampa

C’è tempo fino al 15 dicembre per iscriversi al primo master di II livello in Italia su “Principi e modalità delle terapie complementari ed assistite con animali in ambienti ospedalieri complessi”. Il corso diretto dal professor Marco Matucci Cerinic ordinario di reumatologia a Careggi e dal dottor Adriano Peris direttore del Dipartimento Neuromuscoloscheletroco e Organi di Senso dell’Azienda ospedaliero – universitaria fiorentina, prevede un approfondimento del concetto di umanizzazione delle cure e la conoscenza di varie modalità operative tra cui interventi assistiti con animali, musicoterapia, clownterapia, fitoterapia, agopuntura.

Leggi tutto...

La Direzione sanitaria di Careggi comunica che è in corso l'aggiornamento tecnologico del software di prenotazione delle prestazioni ambulatoriali in uso nell'Azienda ospedaliero - universitaria. Pertanto, nei prossimi giorni, potrebbero verificarsi alcuni ritardi nei tempi di esecuzione delle attività rispetto alle condizioni di normalità. La Direzione e tutti gli operatori, nello scusarsi per eventuali disagi, assicurano il massimo impegno al servizio dei cittadini.

La Direzione di Careggi rassicura i pazienti e i dipendenti sulle costanti verifiche di qualità che da tempo sono messe in atto rispetto alle forniture di alimenti sia per la mensa aziendale che per il vitto nei reparti.
In merito alle notizie di stampa relative all’inchiesta in corso su un fornitore di carni, l’Azienda Careggi precisa: per quanto riguarda la mansa dipendenti, che non sono stati riscontrati rapporti con la ditta attualmente soggetta a verifiche da parte delle autorità competenti e che, in riferimento al vitto per i pazienti, passate forniture sono cessate nel 2016.

In occasione della Giornata mondiale del diabete, sabato 11 novembre, la Diabetologia dell’Azienda ospedaliero universitaria Careggi di Firenze dalle 9 alle 12 negli ambulatori del Nuovo Ingresso in Largo Brambilla offre ai cittadini controlli gratuiti della glicemia e del fondo oculare insieme a informazioni e consigli su prevenzione e corretti stili di vita.

Alle 10:30 in Piazza Santa Croce a Firenze, sotto la statua di Dante, è prevista la partenza della camminata della salute, una passeggiata nelle principali vie fiorentine per promuovere il movimento come attività utile alla prevenzione e cura del diabete.

La Domenica 12 novembre sarà dedicata al trekking per pazienti diabetici e appassionati del movimento con una camminata per le colline fiorentine, per informazioni 377482418

image001.jpg

Inizierà a Dicembre, nell’Azienda ospedaliero – universitaria Careggi, presso il Dipartimento di Scienze della Salute, la seconda edizione del Master di II livello dell’Università di Firenze in Salute e Medicina di Genere. E’ il primo percorso avviato in Toscana su questo tema aperto ai principali profili di lauree magistrali: Medicina e Chirurgia, Farmacia, Odontoiatria, Biologia, Psicologia, Biotecnologie, Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, Fisioterapia, Dietistica.

Leggi tutto...

In relazione alla nota dei Fp-Cgil la Direzione di Careggi precisa che a partire dal 2017 grazie all’assunzione di circa 70 infermieri, dall’inizio dell’anno, il turn over è stato coperto e altre 10 unità sono in attesa di prendere servizio.

Leggi tutto...

Al via l’Ottobre Rosa all’Ospedale Careggi, due giornate dedicate alla prevenzione del tumore al seno con visite senologiche gratuite, al Nuovo Ingresso padiglione 1 piano seminterrato, in Largo Brambilla 3 a Firenze, lunedì 30 ottobre e venerdì 3 novembre dalle 9 alle 14.

Leggi tutto...

Nell'ambito delle inizative per la giornata mondiale della menopausa del 18 ottobre, si svolgerà all'Ospedale Careggi a Firenze, venerdì 20 ottobre, nell’Aula Margherita della Maternità, dalle 10 alle 13:30, un incontro con medici esperti, moderato dalla giornalista Geraldina Fiechter, sul tema “Menopausa oncologica, attività fisica, alimentazione, stili di vita, sessualità, attuali terapie per la salute della donna”.

Leggi tutto...

L’Azienda avvisa gli utenti che a causa di un malfunzionamento al sistema di gestione delle immagini radiologiche i tempi di refertazione risultano attualmente rallentati con il conseguente incremento delle attese. Particolari disagi potrebbero verificarsi per i codici a bassa priorità al Pronto Soccorso. I fornitori che hanno in gestione il sistema sono impegnati per ripristinare al più presto la piena funzionalità del servizio. L’Azienda si scusa con i cittadini per eventuali disagi e garantisce il massimo impegno nel verificare la corretta risoluzione del problema nel più breve tempo possibile.

Per la prima volta l’Ospedale Careggi cambia menù. Dopo mezzo secolo si riorganizza la vecchia cucina e si attiva un servizio di ristorazione personalizzata. Una rivoluzione che mette al centro la persona ricoverata con i suoi bisogni nutrizionali e gusti personali.

Leggi tutto...

Al via la convenzione tra Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI) e Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi sulla diffusione delle conoscenze medico-scientifiche per il primo soccorso durante le attività sportive.

Leggi tutto...

Diecimila interventi all’anno è la stima a pieno regime che la Direzione di Careggi prevede di realizzare nelle 14 nuove sale operatorie che saranno progressivamente attivate al primo piano del Trauma Center dell’Azienda ospedaliero – universitaria fiorentina. L’inaugurazione è in programma il 2 ottobre  alle 12:00 nella Hall del padiglione 12 DEAS ingressi da Viale Pieraccini e da Viale San Luca.

L'opera che è stata realizzata con un investimento di circa 20milioni di euro, di cui quasi 9 in tecnologie all’avanguardia, segna il passaggio dell’Azienda ospedaliero – universitaria fiorentina verso nuovi modelli organizzativi in grado di gestire attività chirurgiche a massima complessità come prelievi e trapianti multiorgano.

Nei 4mila metri quadri del nuovo blocco operatorio lavoreranno complessivamente 189 medici chirurghi e anestesisti, 108 infermieri 49 operatori sanitari, 24 tecnici, costantemente supportati da una sala controllo per il coordinamento delle attività di ciascuna equipe chirurgica. E’ prevista l’esecuzione di una media di 30 – 40 interventi al giorno dalle operazioni più semplici a quelle più complesse che possono arrivare a 6 o 7 ore consecutive.

Questo sistema dedicato al coordinamento simultaneo è stato realizzato per gestire ingenti risorse umane e tecnologiche pensate per operare in condizioni di urgenza, quando pochi minuti possono essere determinanti per salvare la vita di un paziente. La complessità delle attività è particolarmente evidente nella chirurgia dei trapianti dove più equipe chirurgiche possono intervenire contemporaneamente per nelle fasi di prelievo da diversi donatori, di preparazione e quindi di trapianto degli organi con interventi simultanei su vari riceventi.

Nelle urgenze estreme dei pazienti del Trauma Center con lesioni multiple, della cardiochirurgia e della chirurgia vascolare, la necessità di essere pronti a intervenire con equipe multi professionali sempre più numerose e strumenti sempre più sofisticati ha comportato la realizzazione di sale operatorie di grandi dimensioni da 55 fino a 105 metri quadri. Il nuovo blocco operatorio è dotato fra le varie attrezzature di 5 angiografi di cui due portatili, vari apparecchi radiologici intraoperatori e sistemi per la circolazione extracorporea, oltre alla predisposizione per future innovative tecnologie ancora in fase di sperimentazione negli ambiti della robotica e della chirurgia mininvasiva.
 
I primi interventi sono previsti dopo il 14 ottobre, quando il sistema di coordinamento della centrale operativa del nuovo blocco operatorio avrà completato i test di verifica. Questa struttura innovativa, in grado di coordinare fino a 40 interventi al giorno consentirà di mettere a disposizione dell’utenza alcune informazioni di interesse per i familiari e gli accompagnatori in sala d’attesa. Su appositi monitor sarà possibile seguire in tempo reale le fasi degli interventi, dalla preparazione al risveglio, per dare un senso ad un’attesa che spesso rappresenta uno dei momenti più difficili da affrontare.

Cartella Stampa inaugurazione

 

 

E’ stata introdotta anche al Careggi di Firenze, fra i primi ospedali in Italia, una nuova tecnica chirurgica per l’asportazione della tiroide con intervento mininvasivo senza cicatrice. In due pazienti la ghiandola, al centro del collo, è stata tolta senza lasciare alcun segno sulla pelle.

Leggi tutto...

Mille trapianti di rene a Careggi dal 1991. Il millesimo intervento si è svolto con procedura da donatore vivente con prelievo e trapianto totalmente robotico, utilizzando la sala gemella del blocco operatorio del padiglione San Luca. Una struttura all’avanguardia che ha consentito all’equipe del professor Sergio Serni, direttore della chirurgia robotica mininvasiva e dei trapianti renali, di eseguire contestualmente il prelievo da vivente e il trapianto nel paziente ricevente.

Leggi tutto...

Sono 150 i dipendenti di Careggi fino ad oggi iscritti ai corsi a pagamento nella Palestra e Piscina del CTO. I corsi organizzati dall’Azienda, nell’ambito delle attività di promozione della salute e dei corretti stili di vita, hanno registrato un successo di adesioni per praticare attività motorie, natatorie, ginnastica in acqua, pilates, stretching, ginnastica posturale.

Leggi tutto...

A Careggi dopo il primo trapianto in Italia di rene da donatore a cure fermo con l’impiego del robot chirurgico, nei giorni scorsi, in 48 ore sono stati eseguiti altri 3 interventi dello stesso tipo e 3 trapianti renali da donatore a cuore battente. Una maratona per assicurare un buon esito al dono generoso e fragile di vite che si sono inevitabilmente spente lasciando una straordinaria possibilità di cura ad altri pazienti. Per questo la Direzione di Careggi ringrazia innanzi tutto le persone che hanno donato e le loro famiglie ricordando tutti i professionisti sanitari, infermieri e medici che hanno operato contemporaneamente per portare a termine ogni donazione e il relativo trapianto.

Leggi tutto...

È stato eseguito nell’Azienda ospedaliero universitaria Careggi di Firenze il primo trapianto di rene in Italia da donatore a cuore fermo mediante chirurgia robotica d'urgenza. È la prima volta in un ospedale italiano che le due tecniche del prelievo a cuore fermo e del trapianto con robot chirurgico sono portate a termine nella stessa struttura.

Leggi tutto...

La Direzione di Careggi rassicura l’utenza in merito alla piena disponibilità di acqua nelle degenze dell’Ospedale. Attualmente è assicurato un fabbisogno di due litri al giorno per ogni malato ricoverato, con integrazioni aggiuntive e illimitate su richiesta dei coordinatori di reparto per specifiche esigenze nutrizionali.

Sono circa 4mila al giorno le bottiglie da mezzo litro distribuite nei reparti per una spesa annua in torno ai 350mila euro.
Nell’area ospedaliero – universitaria di Careggi non è mai stata prevista la fornitura di acqua ai dipendenti poiché non è mai stato un dovere del datore di lavoro soddisfare questa esigenza con l’impiego di risorse pubbliche. Il problema viene posto da alcuni rappresentanti dei lavoratori a seguito della riorganizzazione della distribuzione dell’acqua ai pazienti ricoverati, che è necessario ribadire essere da sempre riservata ad uso esclusivo dei pazienti.

Leggi tutto...

Il diciottesimo padiglione sanitario di Careggi è la nuova casa dell’oncologia, riferimento unico per tutte le esigenze dei pazienti nell’intero precorso di cura, dalla diagnosi ai controlli successivi alla guarigione. Sarà inaugurato venerdì 4 agosto alle 10, nella sede ristrutturata di Viale San Luca nell’Azienda ospedaliero – universitaria fiorentina. E' organizzato per seguire oltre 25mila pazienti oncologici all'anno in terpia e nei controlli successivi.

Leggi tutto...

Nell’Azienda ospedaliero – universitaria Careggi di Firenze è cominciata la prima somministrazione europea della cura dell’ipoparatiroidismo, malattia rara che compromette l’assorbimento del calcio e il suo utilizzo da parte dell’organismo, essenziale per il funzionamento di vari organi fondamentali come cuore, cervello, nervi e muscoli.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua