Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Direttore Dr. Giancarlo Castaman
 
Equipe
Francesco Demartis
Silvia Linari
Lisa Pieri
 
Monica Attanasio (biologo)
Mirella Coppo (biologo)
Enrichetta Paladino (biologo)
Rita Paniccia (biologo)
La SOD Malattie emorragiche, è Centro di Riferimento Regionale per le Coagulopatie congenite.
Direttore Dr. Giancarlo Castaman
 
Equipe
Francesco Demartis
Silvia Linari
Lisa Pieri
 
Monica Attanasio (biologo)
Mirella Coppo (biologo)
Enrichetta Paladino (biologo)
Rita Paniccia (biologo)
La SOD Malattie emorragiche, è Centro di Riferimento Regionale per le Coagulopatie congenite.

Attività

Si occupa del trattamento delle seguenti patologie:
  • emofilia A, emofilia B, emofilia acquisita
  • malattia di Von Willebrand di tipo 1, 2, 3
  • a-fibrinogenemia, ipo-fibrinogenemia, dis-fibrinogenemia
  • deficit di fattore II, fattore V, fattore VII, fattore V e VIII, fattore X, fattore XI, fattore XII, fattore XIII, proteina C, antitrombina
  • alterazione del sistema fibrinolitico
  • piastrinopatie congenite
  • Malattia di Gaucher

Attività clinica in regime ambulatoriale

  • diagnosi fenotipica dei difetti congeniti dell’emostasi
  • profilassi farmacologica e non farmacologica degli eventi emorragici
  • terapia sostitutiva dei difetti congeniti dell’emostasi
  • monitoraggio della terapia sostitutiva durante il periodo pre, peri e post-operatorio ortopedico
  • counseling genetico dei difetti congeniti dell’emostasi
  • valutazione e intervento in urgenza, profilassi e post intervento chiurgico in ambito fisioterapico
  • corsi di autoinfusione di fattori della coagulazione
  • consulenza telefonica per autotrattamento di episodi emorragici per pazienti affetti da coagulopatia congenita
  • consulenza e assistenza ematologica per pazienti con difetti dell’emostasi, degenti in altre SOD
  • partecipa al Registro nazionale italiano e ai Registri internazionali delle malattie rare in ambito emorragico

Ricerca

  • ricerca in ambito fisiopatologico, clinico e terapeutico partecipando a progetti nazionali del Ministero della Salute, del MIUR e internazionali
  • funzione di horizon scanning per l'individuazione di tecnologie sanitarie in fase di sviluppo, atte a favorire una appropriata e tempestiva traslazione nella prassi clinica di quanto continuamente emerge dalla ricerca avanzata.

Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua