Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Il Comitato Unico di Garanzia e la parità di genere

Un ambiente di lavoro in grado di garantire pari opportunità, salute e sicurezza è un elemento imprescindibile per ottenere un maggior apporto dei lavoratori e delle lavoratrici, sia in termini di produttività, sia di appartenenza.

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) è stato introdotto dall’art. 21 del c.d. “Collegato Lavoro” ossia la legge 183/2010 e sostituisce, unificandoli, tutti i comitati preesistenti.

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi ne ha promosso la costituzione nel 2011 e il CUG ha adottato un proprio regolamento che ne definisce modalità di organizzazione e funzionamento.

Mission

In ottica di proposizione di azioni e di collaborazione con la Direzione Aziendale, il CUG:

  • esercita i propri compiti propositivi sviluppando in generale azioni atte a favorire condizioni di benessere lavorativo, attraverso la predisposizione di piani e azioni positive per favorire l’uguaglianza sostanziale sul lavoro tra uomini e donne
  • promuove e potenzia ogni iniziativa diretta ad attuare politiche di conciliazione tra vita privata e lavoro
  • formula pareri su progetti di riorganizzazione dell’amministrazione di appartenenza, piani di formazione e in generale temi di contrattazione integrativa su aree che rientrano nell’ambito delle proprie competenze
  • esplica i compiti di verifica riguardo ai risultati delle azioni proposte e all’assenza di ogni forma di discriminazione diretta e indiretta relativa al genere, all’età, all’orientamento sessuale, alla razza, all’origine etnica, alla disabilità, alla religione o alla lingua, nell’accesso, nel trattamento e nelle condizioni di lavoro, nella formazione professionale, negli avanzamenti di carriera, nella sicurezza sul lavoro.

Attività

Nell’Ottobre 2010 è stato approvato il Codice di Condotta per la prevenzione delle molestie sessuali e morali, come suggerito dalla normativa europea e nominata una Consigliera di Fiducia, incaricata, come indicato all’art. 7 del predetto Codice, di fornire orientamento, consulenza ed aiuto a tutti i soggetti che ritengano di aver subito molestie sessuali e morali all’interno dell’Azienda, ciò al fine di prestare loro assistenza professionale e di “bonificare” la situazione di criticità emersa, mediante l’attivazione dei percorsi informali e formali.

Il Comitato ha portato avanti le attività che si sono rese necessarie in conseguenza delle proprie competenze attraverso i vari gruppi:

  • Gruppo mediazione culturale
  • Gruppo formazione
  • Gruppo osservazione verifica
  • Gruppo politiche orario
  • Gruppo sicurezza
  • Gruppo collaborazione OIV

Il Gruppo Formazione, a partire dal 2010, ha proposto corsi di formazione obbligatoria durante i quali, oltre alla presentazione del Comitato e delle sue funzioni, sono stati proiettati una serie di film su tematiche che rientrano nelle competenze del CUG. La filmografia proiettata ha toccato temi relativi al lavoro, alle discriminazioni di genere, etniche e per orientamenti sessuali, all’identità di genere e religiosa e alla disabilità sul luogo di lavoro: tematiche che in seguito sono state approfondite con l’aiuto di esperti.


Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua