Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Nel Pronto Soccorso del Trauma Center il personale è stato adeguatamente dimensionato rispetto agli standard definiti con delibera regionale 806 del 2017. Inoltre nei giorni scorsi sono stati impiegati ulteriori operatori in PS e nelle degenze ad alta complessità.

In questa fase del picco influenzale, tuttora in corso, in condizioni di difficoltà relative anche ad ospdali europei, riferibili all’afflusso di un alto numero di pazienti ad alta complessità, caratterizzati da codici colore rosso e giallo, a Careggi sono garantiti i migliori livelli di servizio possibili. Molti pazienti presentano problematiche respiratorie o si caratterizzano per scompensi di organo evocati dall’ epidemia. Per diversi giorni l’Ospedale ha assistito fino a 8 pazienti con supporto vitale extracorporeo (ECMO) e sta continuando a svolgere questa funzione per tutta la Regione Toscana. Allo stesso tempo è stato necessario fronteggiare una maggior richiesta di assistenza nei livelli intensivo e subintensivo.

I Professionisti di Careggi stanno rispondendo ai bisogni assistenziali di tutti i malati, senza esporli ad alcun rischio aggiuntivo, nonostante la maggiore affluenza di casi ad alta complessità e pur con tempi di attesa aumentati. Inoltre che il Trauma Center è stato provvisto di dotazioni impiantistiche e tecnologiche nei box visita tali da permettere di assistere più pazienti in ciascun locale, proprio in previsione di simili condizioni straordinarie.

Nessuna flessione di attività era stata programmata nel periodo natalizio per i percorsi dell’emergenza e urgenza e anzi l’Ospedale ha attivato nei giorni scorsi tutte le misure straordinarie previste dal Piano di gestione del sovraffollamento in PS, incluso l’aumento del numero di posti letto di osservazione breve, di livello ordinario, sub intensivo e intensivo. I reparti di degenza hanno finora fornito tutto il supporto possibile al Pronto Soccorso, come da indicazioni direzionali annullando i ricoveri elettivi e i trasferimenti interni, salvo quelli da terapia intensiva e subintensiva.

Careggi ha messo a punto negli anni e progressivamente migliorato un apposito strumento di monitoraggio del flusso di ricovero urgente: il Cruscotto PS. Questo strumento viene utilizzato correntemente, 7 giorni su 7, per il monitoraggio e la programmazione del ricovero da PS verso le degenze incluse nel "Piano di disponibilità di posti letto per il Trauma Center". Il cruscotto monitora inoltre le disponibilità nelle degenze intensive e subintensive e riporta il numero di pazienti con percorsi di dimissione complessa in attesa di trasferimento verso strutture di lungodegenza e riabilitazione. Ogni sera, alle ore 20:00, 365 giorni all'anno, il relativo report viene reso disponibile per i professionisti e i Direttori del PS e delle Strutture di degenza, le Direzioni di Dipartimento, la Direzione Sanitaria e Aziendale.


Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua