Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Sono 282 i casi di violenza di genere trattati a Careggi nel 2017, riguardano prevalentemente il sesso femminile sono di nazionalità italiana e di età inferiore ai 39 anni, con un incremento dei minori di circa il 21,4% rispetto all’anno precedente.

Nell’Azienda ospedaliero – universitaria è attivo il Nucleo Operativo, costituito da medici ginecologi infermieri ed ostetrici che operano nel Trauma Center Pronto Soccorso e nella Accettazione della Maternità, dove ha sede il Centro di Riferimento Regionale Consulenza clinica in situazioni di abuso e violenza sessuale su donne adulte e minori, insieme ai Consulenti della Medicina Legale e del Centro di Riferimento Regionale per le Criticità Relazionali.

Il Codice Rosa identifica un percorso del Pronto Soccorso e dell’Accettazione Materno-Infantile, ma può essere attivato in tutte le strutture assistenziali di Careggi, per tutte le vittime di crimini di odio e di violenza di genere, consentendo il rapido intervento della rete istituzionale a tutela delle vittime negli ambiti assistenziale, giudiziario e sociosanitario: Procura della Repubblica, Questura, rete territoriale e Centri anti Violenza, con l’attivazione di eventuali procedure di indagine e di protezione in strutture di accoglienza.

La Rete aziendale è coordinata dal Referente del Codice Rosa ed è composta da referenti per ciascun dipartimento e da figure dedicate chiamate Sentinelle con specifica formazione sui percorsi e sulla più adeguata accoglienza alle vittime di violenza. All’interno dell’Azienda Careggi sono presenti due aree dedicate all’assistenza delle vittime di violenza, dotate dei necessari requisiti di sicurezza e privacy.

La violenza di genere e i crimini di odio rappresentano un problema sociale sempre più emergente che necessita di una preparazione adeguata degli operatori dell’ospedale in modo da garantire una risposta alle molteplici implicazioni sanitarie e medico-legali. Careggi aderisce dal 2014 alla Rete Codice Rosa per la presa in carico delle vittime di maltrattamenti con l’obiettivo di partecipare la complessa interazione tra Ospedale, strutture territoriali, Enti e istituzioni.

Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua