Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi
Sede Legale: Largo Brambilla, 3 - 50134 Firenze
Centralino (+ 39) 055 794 111 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Posta Elettronica Certificata 
 
 
Ufficio Protocollo, padiglione 2 - Direzione, piano 1, stanza 112
apertura al pubblico: ore 9:00 – 14:00
 

Statuto aziendale

L'Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi:

  • ha personalità giuridica pubblica ed è dotata di autonomia imprenditoriale, organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile, gestionale e tecnica
  • è azienda ospedaliera integrata con l'Università degli Studi di Firenze e si caratterizza per l'attività assistenziale di ricovero, prestazioni ambulatoriali specialistiche e attività di emergenza-urgenza
  • persegue lo sviluppo di attività di alta specializzazione in quanto riferimento di Area Vasta, regionale  e nazionale
  • svolge in modo unitario e inscindibile funzioni di assistenza, didattica e ricerca, costituendo elemento strutturale del Servizio Sanitario Nazionale, in particolare del Sistema Sanitario della Regione Toscana, e del Sistema Universitario
  • persegue lo sviluppo di attività di alta specializzazione e favorisce l'innovazione in ambito organizzativo e clinico-assistenziale, anche mediante l'introduzione di tecnologie all'avanguardia per la diagnosi, la cura e la ricerca traslazionale.

Mission

  1. Lo scopo fondamentale dell’Azienda e la giustificazione stessa della sua esistenza consistono nel raggiungimento del più elevato livello di risposta alla domanda di salute, definita questa come recupero e mantenimento della salute fisica, psichica e sociale, in un processo che includa in modo inscindibile la didattica, come strumento di costruzione e miglioramento delle competenze degli operatori e dei soggetti in formazione e la ricerca, volta al continuo progresso delle conoscenze cliniche e biomediche.
  2. Al raggiungimento di tale obiettivo contribuiscono tutte le competenze scientifiche e cliniche dei Dipartimenti universitari dell’area biomedica e quelle del Servizio Sanitario nonché le attività didattiche coordinate dalla Scuola di Scienze della Salute Umana.
  3. L’Azienda concorre, con la sua azione, alla realizzazione della missione del S.S.R. e contribuisce al suo sviluppo.
  4. Essa individua come elementi costitutivi la propria missione istituzionale, i seguenti principi:

a. perseguire l’innovazione in sanità, quale processo di creazione di nuovi strumenti organizzativi, tecnologici e produttivi, o la modificazione di quelli già esistenti, in grado di garantire un’appropriata risposta alla crescente domanda di salute e di benessere dei cittadini;

b. promuovere soluzioni organizzative innovative anche attraverso strumenti di Project Management;

c. affermare la ricerca, sia essa di base sia essa applicata, quale indispensabile strumento di sviluppo della conoscenza scientifica e della formazione dei nuovi professionisti;

d. sostenere l’innovazione organizzativa e gestionale quale elemento valoriale del sistema azienda nel suo complesso;

e. garantire lo sviluppo di attività finalizzate allo studio della biodiversità e per la ricerca in campo farmaceutico;

f. implementare modelli organizzativi in grado di affermare i principi della medicina personalizzata, quale modalità terapeutica innovativa che renda possibile, anche attraverso l’analisi farmacogenomica, la personalizzazione della strategia terapeutica;

g. potenziare la medicina di genere quale ambito della pratica assistenziale che applica, alla medicina, il concetto di “diversità tra generi” per garantire a tutti, uomini o donne, il migliore trattamento auspicabile in funzione delle specificità di genere;

h. dare risposta appropriata, nel percorso assistenziale, al fabbisogno di conoscenze e competenze relative ai diversi obiettivi formativi della Scuola di Scienze della Salute Umana e dei relativi Dipartimenti universitari e sviluppare adeguati percorsi formativi costruiti sulla centralità del soggetto in formazione;

i. sviluppare e valorizzare l’offerta formativa con particolare riguardo al programma di Educazione Continua in Medicina (E.C.M.);

j. ricercare l’appropriatezza clinica ed organizzativa delle prestazioni, nel rispetto dei principi universalistici dell’assistenza e nel rispetto del principio di equità nell’accesso alla prestazioni sanitarie;

k. operare in un’ottica di percorso, attraverso le partecipazione alle reti di Area Metropolitana, di Area Vasta e Regionali, ponendosi come riferimento per le diverse reti di patologia che emergono dal contesto di riferimento;

l. perseguire, nel modo più efficace, l’assenza di dolore nelle fasi di cura a tutela della qualità della vita e della dignità della persona;

m. favorire un rapporto con i cittadini improntato alla trasparenza e al rispetto della tutela della riservatezza delle informazioni sui dati personali;

n. dare rilievo e potenziare i processi di comunicazione verso i cittadini, i soggetti in formazione e gli operatori, al fine di accrescere la condivisione dei valori etici e degli obiettivi aziendali attivando anche percorsi sperimentali col mondo dei media;

o. diffondere tra i propri utenti l’informazione, anche di natura bioetica, al fine di favorirne l’autonomia decisionale;

p. valorizzare il ruolo di tutti i professionisti nel governo clinico dell’azienda;

q. promuovere, come momento essenziale della programmazione aziendale, il confronto con gli enti locali, le organizzazioni sindacali del S.S.R. e dell’Università, le associazioni di tutela dei cittadini e degli utenti, le associazioni del volontariato;

r. garantire il raggiungimento e mantenimento di standard organizzativi e professionali promossi da società scientifiche, norme e leggi in materia di qualità e sicurezza delle cure;

s. orientare il sistema di governo aziendale al miglioramento continuo dei servizi offerti agli utenti favorendo la loro piena soddisfazione nell’ambito dei percorsi diagnostici, terapeutici ed assistenziali.

Ospedale in cifre

anno 2015

  • 5303 personale dipendente (ospedaliero)
  • 288 personale dipendente (universitario)
  • 85 collaboratori in regime di libera professione
  • 1297 posti letto + 70 letti tecnici (Osservazione Breve e Dialisi)
  • 53.381 ricoveri in degenza ordinaria
  • 47.947 accessi Day Hospital - Day Surgery
  • 127.676 accessi al Pronto Soccorso

anno 2014

  • 5.444 personale dipendente (ospedaliero)
  • 290 personale dipendente (universitario)
  • 100 collaboratori in regime di libera professione
  • 1.366 posti letto + 76 letti tecnici
  • 55.463 ricoveri in degenza ordinaria
  • 56.893 accessi Day Hospital - Day Surgery
  • 136.445 accessi a Pronto Soccorso

anno 2013

  • 5.474 personale dipendente (ospedaliero)
  • 293 personale dipendente (universitario)
  • 80 collaboratori in regime di libera professione
  • 1.492 posti letto
  • 55.637 ricoveri in degenza ordinaria
  • 68.271 accessi in Day Hospital - Day Surgery
  • 134.572 accessi a Pronto Soccorso

anno 2012

  • 5.729 personale dipendente
  • 118 collaboratori in regime di libera professione
  • 55.765 ricoveri in degenza ordinaria
  • 71.797 accessi in day hospital- day surgery
  • 130.327 accessi al Pronto Soccorso
  • 10.611.854 prestazioni ambulatoriali (pazienti interni ed esterni)

anno 2011

  • 5.746 personale dipendente
  • 111 collaboratori in regime di libera professione
  • 1.549 posti letto
  • 56.559 ricoveri in degenza ordinaria
  • 76.500 accessi in day hospital- day surgery
  • 135.723 accessi al Pronto Soccorso
  • 11.052.201 prestazioni ambulatoriali (pazienti interni ed esterni)

anno 2010

  • 5900 dipendenti circa
  • 1.597 posti letto
  • 57.185 ricoveri in degenza ordinaria
  • 74.816 accessi in day hospital- day surgery
  • 138.073 accessi al Pronto Soccorso
  • 10.830.563 prestazioni ambulatoriali (pazienti interni ed esterni)

Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua