Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Comunicati stampa

La Chirurgia epatobiliare di Careggi diretta dal professor Paolo Bechi partecipa al decimo congresso mondiale della Società di chirurgia robotica clinica in programma fino al 6 ottobre a Hong Kong. Il professor Antonio Taddei presenta, fra gli altri, due casi complessi che è stato possibile operare grazie al robot chirurgico: un tumore allo stomaco e un intervento robotico su un raro tumore benigno del tessuto nervoso nella zona retroperineale.
Sono oltre 30 gli interventi oncologici complessi allo stomaco eseguiti con tecnica robotica dalla Chirurgia epatobiliare di Careggi e 5 sono procedure robotiche su rari tumori del tessuto nervoso addominale, per i quali è particolarmente utile l’utilizzo del robot chirurgico mininvasivo.
Sarà il dottor Andrea Coratti a rappresentare Careggi al decimo congresso mondiale della Società di chirurgia robotica clinica in programma dal 4 al 6 ottobre a Hong Kong. Coratti, membro fondatore dell’Associazione mondiale dei chirurghi robotici nel 2009 e membro del suo consiglio direttivo dal 2017, dirige la chirurgia oncologica a indirizzo robotico dell’Azienda ospedaliero universitaria fiorentina. Insieme ai suoi collaboratori, dottor Mario Annecchiarico e dottor Michele Di Marino, presenterà i risultati delle nuove tecniche con robot chirurgico messe a punto a Careggi in interventi a: pancreas, fegato, esofago e retto. Faranno parte della delegazione fiorentina, in rappresentanza della Chirurgia dell’apparato digerente di Careggi, il professor Fabio Cianchi, che ne è direttore, e il dottor Francesco Coratti suo collaboratore.
È stato siglato oggi l’accordo fra Careggi, l’Associazione Toscana Paraplegici Onlus e l’Associazione Habilia Onlus. L’intesa prevede l’implementazione dell’Unità Spinale di Careggi come punto di riferimento per le persone con lesione midollare a livello nazionale e in particolare del centro Italia.

Leggi tutto...

Careggi promuove la campagna di sensibilizzazione sui tumori della testa e del collo dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) nell'ambito dell'inizaitiva europea “Make Sense Campaign” con un punto informazioni allestito al Nuovo Ingresso in Largo Brambilla 3 martedì 25 settembre dalle 10 alle 16.

Dopo il successo di una prima giornata gli specialisti di Careggi della Radioterapia Oncologica Diretta dal professor Lorenzo Livi, dell’Otorinoloaringoiatria diretta dal Professor Oreste Gallo e della Chirurgia Maxillo-Facciale Diretta dal Dottor Giuseppe Spinelli, sono nuovamente a disposizione per fornire informazioni, materiale divulgativo e consigli su prevenzione e cure tempestive.

Gli esperti ricordano che circa 3 tumori testa-collo su 4 sono causati dal tabacco e dall’alcool. Promossa in Europa dalla European Head and Neck Society (EHNS), la campagna ha l’obiettivo di aumentare la conoscenza di queste neoplasie attraverso l’educazione alla prevenzione, la guida al riconoscimento dei sintomi e l’invito a rivolgersi al medico per una diagnosi precoce.

Esami più rapidi e precisi, medicina predittiva e personalizzata, sono questi i temi al centro del trentatreesimo congresso mondiale delle scienze biomediche di laboratorio in programma a Firenze dal 22 al 26 settembre al Palazzo dei Congressi.

Sono oltre 600 gli esperti da tutto il mondo che si confronteranno nel più importante appuntamento sulle nuove tecnologie di laboratorio che si svolge ogni due anni nelle capitali mondiali della scienza. l’evento del 2018, organizzato dall'associazione dei Tecnici di Laboratorio Biomedico,con la partecipazione dell’Azienda ospedaliero – universitaria Careggi di Firenze, riunisce la Federazione internazionale delle scienze biomediche di laboratorio che rappresenta 34 nazioni. 
Fra i temi di particolare interesse i nuovi percorsi formativi e le opportunità di lavoro che, grazie all’evoluzione tecnologica, si stanno aprendo per le nuove generazioni di giovani studenti, tecnici e ricercatori.

In occasione del trentesimo anniversario dell’inizio dell’attività di trapianto di midollo osseo a Careggi, con oltre 2000 pazienti trattati, le Terapie cellulari e Medicina trasfusionale dirette dal dottor Riccardo Saccardi presentano una giornata dedicata ai pazienti e ai loro familiari. L’evento aperto al pubblico, con la partecipazione delle associazioni di volontariato e degli operatori è in programma sabato 15 settembre 2018 dalle 9 alle 13 nell’Auditorium del CTO in Largo Palagi a Firenze.

Leggi tutto...

Al via la convenzione fra Careggi e Ataf & Li-nea per i dipendenti dell’Azienda ospedaliero - universitaria con sconti sull’abbonamento di autobus, tramvia e abbonamenti integrati Pegaso.

Sarà attivata a breve la nuova convenzione fra Careggi e Ataf & Li-nea con sconti per i dipendenti dell’Azienda ospedaliero - universitaria sugli abbonamenti del trasporto pubblico Ataf & Li-nea, tramvia e PEGASO.

Pegaso è un sistema tariffario integrato della Regione Toscana che consente l’utilizzo combinato delle diverse modalità di trasporto urbano ed extraurbano. Il passeggero, acquistando un unico titolo di viaggio, può utilizzare la rete del trasporto pubblico regionale sia su treno che su autobus.

La nuova convenzione con Easy Welfare si sostituisce a quella del 2016 che Careggi aveva siglato con Ataf&LINEA e Ataf Gestioni. È attualmente in corso la definizione dei dettagli tecnici per l’avvio dell’accordo che prevede, per i dipendenti che aderiranno, l’addebito mensile dell’importo dell’abbonamento, direttamente in busta paga.

Trecento bambole "Pigotta" donate dall’UNICEF saranno inviate in Senegal dalla Cooperazione internazionale di Careggi. Andranno ai bambini ricoverati nel reparto pediatrico del Centro Ospedaliero Regionale di Thies e alla Ludoteca che recentemente ha ricevuto giocattoli e materiale didattico donati dai dipendenti di Careggi.

UNICEF pour Thies

A quasi un anno dall’avvio del novo servizio di ristorazione per i degenti che consente di fornire 2500 pasti al giorno con vassoi personalizzati, non solo in base a esigenze dietetiche, ma anche secondo i gusti dei pazienti, l’Azienda Careggi dona le attrezzature della vecchia cucina alla Società Volontaria di Soccorso – Pubblica Assistenza di Livorno, che le ha richieste per il supporto ad attività di volontariato.

È un modo per consentire un impiego di beni ormai inutilizzabili in ambito sanitario, ma che possono essere ancora utili per le particolari esigenze di una associazione che deve preparare grandi quantità di cibo da fornire anche in situazioni di emergenza. Una collaborazione che – dichiara la Direzione – Careggi ha da sempre promosso con varie associazioni di volontariato essenzialmente in ambito sanitario e assistenziale, ma che in questo particolare caso ha trovato un nuova forma di sinergia nello smaltimento, a costo zero, di attrezzature che troveranno un nuovo impiego in aiuto alle persone in difficoltà.

Riabilitazione andrologica: in Toscana funziona perché è a carico del Servizio sanitario regionale, lo dimostra uno studio realizzato dall’Urologia dell’Azienda ospedaliero universitaria Careggi di Firenze. I risultati di uno studio realizzato a Firenze dall’Urologia di Careggi e pubblicato sul Journal of Sexual Medicine hanno evidenziato nei pazienti residenti in Toscana una ripresa significativamente maggiore della funzione erettile e anche della continenza urinaria a seguito di intervento chirurgico di asportazione radicale della prostata per tumore, rispetto ai pazienti operati sempre a Careggi ma provenienti da altre regioni.
 
“Per i pazienti toscani – afferma Giampaolo Siena chirurgo robotico dell'urologia di Careggi, fra gli autori dello studio – l’impiego dei farmaci per la disfunzione erettile è dal 2006, per la prima volta in Italia, a carico del Servizio sanitario della nostra regione e questo ha favorito un loro utilizzo costante e continuativo. Infatti con la prosecuzione della terapia ad alti dosaggi (2-3 o più compresse a settimana per vari mesi) si può riuscire ad ottenere un effettivo recupero. Dati gli alti costi dei farmaci per la disfunzione erettile – prosegue Siena – una loro assunzione con tale posologia è nettamente favorita se gli stessi sono a carico del Servizio sanitario, come avviene in Toscana, altrimenti, come dimostrano i dati dei pazienti fuori regione, i risultati finali sono meno confortanti”.
 
“La riabilitazione andrologica, dopo un intervento chirurgico robotico che permette la conservazione dei nervi per il controllo della funzione sessuale e urinaria – aggiunge Andrea Minervini chirurgo robotico dell'urologia di Careggi, fra gli autori della ricerca – completa nell'uomo la terapia del carcinoma alla prostata, come avviene nella donna con la ricostruzione della mammella nel tumore al seno”. 
 
“I vantaggi psicologici soprattutto nei pazienti più giovani – conclude Marco Carini direttore dell’Urologia di Careggi – sono molto importanti non solo nella relazione di coppia, ma anche nella sicurezza emotiva di aver superato con esito positivo e con un buon recupero funzionale la malattia oncologica”.

Il restauro di una macchina a vapore o locomobile, in mostra permanente all’Ingresso dell’Azienda ospedaliero – universitaria Careggi a Firenze, sarà inaugurato dall’Assessore alla Sanità della Regione Toscana Stefania Saccardi lunedì 23 luglioalle ore 11:00.
La macchina a vapore degli inizi del 900, per decenni dimenticata ai margini dei poderi che circondavano l’area ospedaliera venne acquistata alla fine della Seconda Guerra Mondiale per produrre energia elettrica ed è quindi stata impiegata per il funzionamento della lavanderia.

Leggi tutto...
E' stato donato al Pronto Soccorso di Careggi un endoscopio per le emergenze. La consegna è avvenuta nel corso di una conferenza stampa nella Sala Gialla della Direzione di Careggi. Hanno contribuito alla raccolta fondi per l’acquisto dell’endoscopio: l’Associazione Amici del Pronto Soccorso Onlus, l’Associazione Fiorenzo Fratini Onlus e la Fondazione BNL.
Leggi tutto...

Sarà donato al Pronto Soccorso di Careggi un endoscopio per le emergenze. La consegna è in programma martedì 17 luglio ore 12:30 nel corso di una conferenza stampa nella Sala Gialla della Direzione di Careggi padiglione 2 secondo piano Nuovo ingresso AOUC Largo Brambilla Firenze

Leggi tutto...

Il professor Francesco Di Costanzo, direttore dell’Oncologia medica di Careggi, ha ricevuto la medaglia d’oro e il premio alla carriera “Maestro di Oncologica”. Il riconoscimento è stato consegnato in occasione del Congresso Nazionale del Gruppo Oncologico dell’Italia Meridionale (GOIM) con la motivazione: “per il fondamentale contributo reso alla evoluzione delle conoscenze scientifiche in oncologia e per l’attività formativa svolta”. Insieme a Di Costanzo è stato premiato il professor Vincenzo Valentini, Direttore dell’Istituto di Radioterapia del Policlinico Agostino Gemelli di Roma.

Indagare i meccanismi molecolari alla base delle sindromi mielodisplastiche per individuare il corretto approccio terapeutico e definire la prognosi delle forme in cui tali sindromi possono evolvere. E’ l’obiettivo del Laboratorio di ricerca sulle sindromi mielodisplastiche dell’Università di Firenze, realizzato presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria (AOU) Careggi. Le attività di ricerca del laboratorio avranno un diretto risvolto clinico, grazie all’integrazione con l’Unità Sindromi mielodisplastiche dell’AOU Careggi, diretta dalla stessa Santini.

Leggi tutto...

Con altre due procedure nel mese di maggio l'Azienda Careggi continua ad essere la prima in Italia nel programma donazione di organi a cuore fermo, iniziato nel 2016 in collaborazione con il sistema territoriale dell'emergenza 118 e il pronto soccorso, con la partecipazione dei professionisti dei reparti di: Terapia intensiva, Cardiochirurgia, Cardiologia interventistica, il Coordinamento locale donazione e il Centro trapianti di rene.

Leggi tutto...

Sarà disattivata a partire dalle ore 14 di oggi 15/16/18 la Rete Firenze WiFi. Non sarà quindi possibile connettersi in area Careggi per il tempo necessario al completamento di un intervento di manutenzione. Lo rende noto il Servizio tecnico del Comune di Firenze.

Corri la Vita Onlus e Salvatore Ferragamo Spa hanno donato alla Diagnostica senologica di Careggi, due innovative attrezzature per la diagnosi precoce del tumore alla mammella, per un valore di oltre 400mila euro; la cerimonia di consegna è avvenuta alla presenza di Bona Frescobaldi, Presidente di Corri la Vita e di Ferruccio Ferragamo, presidente esecutivo della Salvatore Ferragamo. Gli strumenti donati consentono di rinnovare le dotazioni tecnologiche di una delle maggiori Diagnostiche Senologiche della Toscana. La struttura diretta dal dottor Jacopo Nori potrà disporre di un mammografo digitale di ultima generazione e di un modernissimo tavolo da biopsia su guida tomosintesi.

Leggi tutto...

Corri la Vita Onlus e Ferragamo s.p.a donano alla Diagnostica Senologica di Careggi due innovative attrezzature per la diagnosi precoce del tumore alla mammella. La consegna delle tecnologie, già attive in reparto, si svolgerà nel corso di una conferenza stampa in programma giovedì 14 giugno alle 12:00 al piano -1 del Padiglione 9 Maternità. Interverranno Rocco Damone Direttore generale AOUC, Bona Frescobaldi Presidente di Corri la Vita, Ferruccio Ferragamo Presidente esecutivo della Salvatore Ferragamo e Jacopo Nori Direttore della Diagnostica senologica AOUC.

The New England Journal of Medicine ha pubblicato un lavoro scientifico dall’Azienda Careggi nel quale, attraverso un filmato e un testo esplicativo, è esposta una nuova tecnica per il posizionamento a guida ecografica dei cateteri nella pleura. Sono descritti in vivo l’uso della guida ecografica per la selezione del punto di accesso del catetere, la quantificazione della effusione pleurica e la visualizzazione in tempo reale delle strutture polmonari. L'introduzione dell'ecografia per guidare il posizionamento del catetere pleurico – si spiega nello studio di Careggi – ha ridotto sia il costo della degenza ospedaliera totale che i rischi connessi alla procedura. La tecnica ecoguidata facilita la selezione del sito più adatto per l'inserimento del catetere e fornisce la visualizzazione in tempo reale delle strutture del torace e dei dispositivi utilizzati.


Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua