Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Comunicati stampa

A quasi un anno dall’avvio del novo servizio di ristorazione per i degenti che consente di fornire 2500 pasti al giorno con vassoi personalizzati, non solo in base a esigenze dietetiche, ma anche secondo i gusti dei pazienti, l’Azienda Careggi dona le attrezzature della vecchia cucina alla Società Volontaria di Soccorso – Pubblica Assistenza di Livorno, che le ha richieste per il supporto ad attività di volontariato.

È un modo per consentire un impiego di beni ormai inutilizzabili in ambito sanitario, ma che possono essere ancora utili per le particolari esigenze di una associazione che deve preparare grandi quantità di cibo da fornire anche in situazioni di emergenza. Una collaborazione che – dichiara la Direzione – Careggi ha da sempre promosso con varie associazioni di volontariato essenzialmente in ambito sanitario e assistenziale, ma che in questo particolare caso ha trovato un nuova forma di sinergia nello smaltimento, a costo zero, di attrezzature che troveranno un nuovo impiego in aiuto alle persone in difficoltà.

Riabilitazione andrologica: in Toscana funziona perché è a carico del Servizio sanitario regionale, lo dimostra uno studio realizzato dall’Urologia dell’Azienda ospedaliero universitaria Careggi di Firenze. I risultati di uno studio realizzato a Firenze dall’Urologia di Careggi e pubblicato sul Journal of Sexual Medicine hanno evidenziato nei pazienti residenti in Toscana una ripresa significativamente maggiore della funzione erettile e anche della continenza urinaria a seguito di intervento chirurgico di asportazione radicale della prostata per tumore, rispetto ai pazienti operati sempre a Careggi ma provenienti da altre regioni.
 
“Per i pazienti toscani – afferma Giampaolo Siena chirurgo robotico dell'urologia di Careggi, fra gli autori dello studio – l’impiego dei farmaci per la disfunzione erettile è dal 2006, per la prima volta in Italia, a carico del Servizio sanitario della nostra regione e questo ha favorito un loro utilizzo costante e continuativo. Infatti con la prosecuzione della terapia ad alti dosaggi (2-3 o più compresse a settimana per vari mesi) si può riuscire ad ottenere un effettivo recupero. Dati gli alti costi dei farmaci per la disfunzione erettile – prosegue Siena – una loro assunzione con tale posologia è nettamente favorita se gli stessi sono a carico del Servizio sanitario, come avviene in Toscana, altrimenti, come dimostrano i dati dei pazienti fuori regione, i risultati finali sono meno confortanti”.
 
“La riabilitazione andrologica, dopo un intervento chirurgico robotico che permette la conservazione dei nervi per il controllo della funzione sessuale e urinaria – aggiunge Andrea Minervini chirurgo robotico dell'urologia di Careggi, fra gli autori della ricerca – completa nell'uomo la terapia del carcinoma alla prostata, come avviene nella donna con la ricostruzione della mammella nel tumore al seno”. 
 
“I vantaggi psicologici soprattutto nei pazienti più giovani – conclude Marco Carini direttore dell’Urologia di Careggi – sono molto importanti non solo nella relazione di coppia, ma anche nella sicurezza emotiva di aver superato con esito positivo e con un buon recupero funzionale la malattia oncologica”.

Il restauro di una macchina a vapore o locomobile, in mostra permanente all’Ingresso dell’Azienda ospedaliero – universitaria Careggi a Firenze, sarà inaugurato dall’Assessore alla Sanità della Regione Toscana Stefania Saccardi lunedì 23 luglioalle ore 11:00.
La macchina a vapore degli inizi del 900, per decenni dimenticata ai margini dei poderi che circondavano l’area ospedaliera venne acquistata alla fine della Seconda Guerra Mondiale per produrre energia elettrica ed è quindi stata impiegata per il funzionamento della lavanderia.

Leggi tutto...
E' stato donato al Pronto Soccorso di Careggi un endoscopio per le emergenze. La consegna è avvenuta nel corso di una conferenza stampa nella Sala Gialla della Direzione di Careggi. Hanno contribuito alla raccolta fondi per l’acquisto dell’endoscopio: l’Associazione Amici del Pronto Soccorso Onlus, l’Associazione Fiorenzo Fratini Onlus e la Fondazione BNL.
Leggi tutto...

Sarà donato al Pronto Soccorso di Careggi un endoscopio per le emergenze. La consegna è in programma martedì 17 luglio ore 12:30 nel corso di una conferenza stampa nella Sala Gialla della Direzione di Careggi padiglione 2 secondo piano Nuovo ingresso AOUC Largo Brambilla Firenze

Leggi tutto...

Il professor Francesco Di Costanzo, direttore dell’Oncologia medica di Careggi, ha ricevuto la medaglia d’oro e il premio alla carriera “Maestro di Oncologica”. Il riconoscimento è stato consegnato in occasione del Congresso Nazionale del Gruppo Oncologico dell’Italia Meridionale (GOIM) con la motivazione: “per il fondamentale contributo reso alla evoluzione delle conoscenze scientifiche in oncologia e per l’attività formativa svolta”. Insieme a Di Costanzo è stato premiato il professor Vincenzo Valentini, Direttore dell’Istituto di Radioterapia del Policlinico Agostino Gemelli di Roma.

Indagare i meccanismi molecolari alla base delle sindromi mielodisplastiche per individuare il corretto approccio terapeutico e definire la prognosi delle forme in cui tali sindromi possono evolvere. E’ l’obiettivo del Laboratorio di ricerca sulle sindromi mielodisplastiche dell’Università di Firenze, realizzato presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria (AOU) Careggi. Le attività di ricerca del laboratorio avranno un diretto risvolto clinico, grazie all’integrazione con l’Unità Sindromi mielodisplastiche dell’AOU Careggi, diretta dalla stessa Santini.

Leggi tutto...

Con altre due procedure nel mese di maggio l'Azienda Careggi continua ad essere la prima in Italia nel programma donazione di organi a cuore fermo, iniziato nel 2016 in collaborazione con il sistema territoriale dell'emergenza 118 e il pronto soccorso, con la partecipazione dei professionisti dei reparti di: Terapia intensiva, Cardiochirurgia, Cardiologia interventistica, il Coordinamento locale donazione e il Centro trapianti di rene.

Leggi tutto...

Sarà disattivata a partire dalle ore 14 di oggi 15/16/18 la Rete Firenze WiFi. Non sarà quindi possibile connettersi in area Careggi per il tempo necessario al completamento di un intervento di manutenzione. Lo rende noto il Servizio tecnico del Comune di Firenze.

Corri la Vita Onlus e Salvatore Ferragamo Spa hanno donato alla Diagnostica senologica di Careggi, due innovative attrezzature per la diagnosi precoce del tumore alla mammella, per un valore di oltre 400mila euro; la cerimonia di consegna è avvenuta alla presenza di Bona Frescobaldi, Presidente di Corri la Vita e di Ferruccio Ferragamo, presidente esecutivo della Salvatore Ferragamo. Gli strumenti donati consentono di rinnovare le dotazioni tecnologiche di una delle maggiori Diagnostiche Senologiche della Toscana. La struttura diretta dal dottor Jacopo Nori potrà disporre di un mammografo digitale di ultima generazione e di un modernissimo tavolo da biopsia su guida tomosintesi.

Leggi tutto...

Corri la Vita Onlus e Ferragamo s.p.a donano alla Diagnostica Senologica di Careggi due innovative attrezzature per la diagnosi precoce del tumore alla mammella. La consegna delle tecnologie, già attive in reparto, si svolgerà nel corso di una conferenza stampa in programma giovedì 14 giugno alle 12:00 al piano -1 del Padiglione 9 Maternità. Interverranno Rocco Damone Direttore generale AOUC, Bona Frescobaldi Presidente di Corri la Vita, Ferruccio Ferragamo Presidente esecutivo della Salvatore Ferragamo e Jacopo Nori Direttore della Diagnostica senologica AOUC.

The New England Journal of Medicine ha pubblicato un lavoro scientifico dall’Azienda Careggi nel quale, attraverso un filmato e un testo esplicativo, è esposta una nuova tecnica per il posizionamento a guida ecografica dei cateteri nella pleura. Sono descritti in vivo l’uso della guida ecografica per la selezione del punto di accesso del catetere, la quantificazione della effusione pleurica e la visualizzazione in tempo reale delle strutture polmonari. L'introduzione dell'ecografia per guidare il posizionamento del catetere pleurico – si spiega nello studio di Careggi – ha ridotto sia il costo della degenza ospedaliera totale che i rischi connessi alla procedura. La tecnica ecoguidata facilita la selezione del sito più adatto per l'inserimento del catetere e fornisce la visualizzazione in tempo reale delle strutture del torace e dei dispositivi utilizzati.

La Direzione di Careggi rassicura gli utenti e le associazioni dei pazienti sul mantenimento dell’organizzazione dell’Unità spinale nella sua natura di struttura unipolare di riferimento per i pazienti.

L’attivazione di una “Unit sub intensiva Unità Spinale” ha lo scopo di migliorare il coordinamento delle varie fasi del percorso terapeutico delle lesioni midollari e in particolare di supportare il passaggio del paziente dal Trauma Center all’Unità spinale unipolare.

Nell’organizzazione di Careggi le Unit sono entità funzionali che riuniscono e coordinano diversi professionisti coinvolti in specifici percorsi assistenziali. Le Unit non sono quindi strutture autonome ma elementi di collegamento fra strutture di volta in volta coinvolte in percorsi assistenziale relativi ad una patologia.

In merito alle specifiche attività sanitarie la Direzione precisa che all'Unità spinale unipolare è garantita l’assistenza degli anestesisti del CTO 24 ore su 24 e che un anestesista è regolarmente dedicato alla struttura con un impegno orario specifico.
A questi si aggiunge la presenza del responsabile della Unit sub intensiva Unità Spinale per le attività di coordinamento delle varie fasi del percorso terapeutico in ambito sub intensivo e per il coordinamento e l’integrazione con le altre strutture assistenziali dell’area critica.

La Direzione ha già dato piena disponibilità a incontrare nuovamente le Associazioni dei pazienti per chiarire ulteriormente e condividere gli aspetti tecnico organizzativi del percorso relativo alle lesioni midollari e per superare eventuali problemi di comunicazione che possono presentarsi nell’affrontare temi così delicati e complessi.

Saranno premiati a Careggi con una borsa di studio gli studenti del Polimoda che hanno partecipato al progetto didattico “Hospitality with Style” per la realizzazione di divise del personale dedicato all’accoglienza e alle informazioni in ambiente ospedaliero. L’evento è in programma il 24 maggio alle 18 nell’area esterna al Centro servizi del Nuovo ingresso Careggi NIC in largo Brambilla a Firenze.

Leggi tutto...

Fondazione Careggi Onlus presenta il "Maggio va a Careggi" dove Mozart sarà protagonista del concerto dell’Orchestra da Camera Fiorentina nell’ambito del Maggio Musicale Fiorentino, sabato 26 maggio alle ore 16 all’Auditorium del CTO Azienda ospedaliero - universitaria, in Largo Palagi a Firenze. Ospite dell’orchestra diretta da Giuseppe Lanzetta sarà Andrea Oliva, primo flauto solista dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia.

Leggi tutto...

Nell’ambito delle iniziative per la Festa della Mamma, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi propone un pomeriggio aperto al pubblico per riscoprire insieme, in occasione dei 10 anni del Centro Nascita Margherita, il parto come evento naturale, di relazione personale e sociale.

Venerdì 18 maggio dalle 15 alle 18:30 nell’Aula Margherita Padiglione 7 viale della Maternità Azienda ospedaliero – universitaria Careggi Firenze. In programma momenti di incontro e visite guidate all’interno dei percorsi dedicati alla nascita. Sarà disponibile materiale informativo e gli operatori saranno presenti per rispondere alle domande.

Giornata_Maternità_Careggi.jpg

Presentazione della firma della Convenzione fra Azienda Careggi e Forze Armate per l’aggiornamento professionale in emergenza urgenza del personale sanitario militare 15/5/18 ore 12 Comando Divisione Friuli Caserma “Predieri” Rovezzano via Aretina 354 Firenze.

Leggi tutto...

FIRENZE - In Toscana la salute diventa SPID. Dal 2 al 20 maggio i cittadini toscani potranno richiedere, gratuitamente, presso numerose strutture sanitarie, le credenziali SPID.

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID, è la soluzione che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Si tratta di un sistema di autenticazione sicuro che garantisce la tutela dei dati personali. Grazie a SPID vengono meno le decine di password, chiavi e codici oggi necessari per utilizzare i servizi online delle varie Pubbliche Amministrazioni.

Semplificare la vita degli utenti attraverso l'uso della tecnologia, creando benessere per le persone e migliorando la qualità della loro vita, è l'obiettivo che la Regione Toscana ha intrapreso con decisione. Quello che fino a qualche tempo fa era possibile solo tramite l'utilizzo della Carta Sanitaria Elettronica e relativo lettore smart card, non senza qualche difficoltà per l'utente, è ora possibile con le più semplici e sicure credenziali SPID.

E' questo il motivo per il quale l'assessorato al diritto alla salute ha voluto fortemente promuovere un'iniziativa di diffusione e rilascio delle credenziali SPID direttamente all'interno delle strutture sanitarie, creando un calendario che consente ai cittadini di scegliere la sede più vicina. Ciò è stato reso possibile grazie al supporto dei provider nazionali (Aruba, Infocert, Intesa, Poste Italiane e Register), accreditati presso il Ministero, e agli operatori del servizio sanitario regionale che allestiranno le postazioni per informare i cittadini sull'utilizzo di SPID.

Sono già numerosi infatti i servizi digitali che Regione Toscana ha reso disponibili con accesso SPID. E' possibile ad esempio attivare e consultare il Fascicolo Sanitario Elettronico, la raccolta online di dati e informazioni sanitarie che costituiscono la storia clinica e di salute del singolo cittadino, stampare il libretto vaccinale, scegliere il medico di famiglia, consultare e stampare il certificato che attesta la fascia di reddito in base alla quale sono calcolati il ticket sanitario o l'eventuale esenzione. I servizi si trovano su open.toscana.it/servizi

A Firenze sarà possibile rivolgersi all'ospedale di Careggi, al nuovo ospedale San Giovanni di Dio, agli ospedali Santa Maria Annnuziata e Santa Maria Nuova.

A Pontedera presso l'ospedale Felice Lotti, a Grosseto l'ospedale Misericordia, a Massa Marittima presso l'ospedale Sant'Andrea e a Orbetello l'ospedale San Giovanni di Dio. Ad Arezzo  presso l'ospedale San Donato, a Cortona presso l'ospedale S. Margherita, a Bibbiena presso l'ospedale del Casentino, a Sansepolcro presso l'ospedale della Valtiberina e a Montevarchi presso l'ospedale del Valdarno.

Ad arricchire l'offerta delle sedi disponibili per richiedere le credenziali SPID, contribuiscono anche le Botteghe della Salute, con i loro 75 punti diffusi sul territorio toscano in aree disagiate, ma anche le Camere di Commercio ed i CNA. e tutta la rete degli uffici postali.
Saranno quindi circa 1.000 i punti di attivazione su tutto il territorio regionale (911 uffici postali, 15 CNA, 75 Botteghe e 8 ospedali).
Un'occasione importante e unica a livello nazionale per una Sanità più vicina, semplice, veloce e sicura.

Locandina e calendario dettagliato


FonteToscana Notizie

 

“Menopausa dopo il tumore” è il titolo dell’incontro aperto al pubblico in programma il 19 aprile dalle 10 alle 13 nell’Aula Margherita al piano terra della Maternità di Careggi. L’evento è organizzato dalla ginecologia dell’Azienda ospedaliero – universitaria nell’ambito delle iniziative dell’Open Week dell’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (ONDA). Nella settimana dal 16 al 22 aprile si svolgeranno una serie di iniziative in vari ospedali in tutta Italia su prevenzione, diagnosi precoce e cura delle patologie femminili. Informazioni e programmi su bollinirosa.it

La Toscana è al secondo posto insieme al Lazio e dopo la Lombardia come incidenza di tumore allo stomaco. l'Appennino Tosco-emiliano è una zona tradizionalmente ad alta incidenza per questa neoplasia. Sono questi alcuni fra i temi affrontati nel convegno che si è svolto nell’Aula Magna di Careggi su aggiornamenti e prospettive future nella cura del cancro gastrico presieduto dal professor Fabio Cianchi direttore della chirurgia generale ed endocrina di Careggi.

Il carcinoma gastrico, ricordano gli esperti, rappresenta ancora oggi la seconda causa di morte al mondo per neoplasia con una sopravvivenza a 5 anni del 25 per cento. Terapie sempre più mirate e una chirurgia sempre più precisa, grazie alle nuove tecnologie operatorie, rappresentano le più efficaci armi a disposizione per affrontare una delle principali sfide della medicina attuale in campo oncologico.

http://tigicongress.com/2018/gastric_cancer/


Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua
AOUC Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi - Largo Brambilla, 3 - 50134 Firenze
P.IVA 04612750481 - Centralino (+ 39) 055 794 111 - aoucareggi@pec.it | aouc@aou-careggi.toscana.it
© Copyright 2018. Tutti i diritti sono riservati.