Dal 2010, grazie al contributo congiunto dell’AOU Careggi e della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Firenze, è stato avviato il progetto Oltre la cura. Salute e cultura nell’area fiorentina. Scoprire e valorizzare il patrimonio dell’AOUC, ideato dalla prof.ssa Elisabetta Susani su disposizione del prof. Gianfranco Gensini.

Un progetto congiunto di valorizzazione sistematica del patrimonio culturale comune all’Azienda Ospedaliera e alla Facoltà, onde poter adempiere agli indirizzi prospettati da Regione Toscana (D.G.R. n.426 del 11.6.2007).

Il primo passo concreto del progetto è stato compiuto con l’avvio dell’attività del Laboratorio dei Saperi e delle Arti e la realizzazione e apertura al pubblico del corrispettivo Osservatorio dei Saperi e delle Arti (OSA).

L’11 giugno 2010, in occasione dell’inaugurazione del nuovo ingresso dell’ospedale, all’OSA è stata inaugurata la mostra Arte e scienza nel patrimonio culturale dell’AOUC, a cura di Elisabetta Susani, con allestimento dell’arch. Elio Di Franco.
Un racconto multimediale e interattivo dedicato alle principali tipologie di beni culturali, da valorizzare nell’ottica della realizzazione di un museo diffuso.

Il 12 novembre è stata inaugurata la mostra Oltre il corpo, l’uomo, a cura di Elisabetta Susani, con allestimento dell’arch. Luca Bombassei.
Una narrazione teatralizzata di una selezione di opere del museo di Anatomia Patologica dell'Università, che perseguiva una toccante riflessione sulla malattia e sulla cura, attraverso l’emozione suscitata dai ritratti in cera dei malati ed i monologhi che li accompagnavano.

Il 28 dicembre dello stesso anno (Delibera 28 dicembre 2010, n. 1141) Regione Toscana ha deliberato il finanziamento al progetto, che prevedeva:

- verifica delle campagne di catalogazione già svolte o in essere sulle diverse tipologie di beni, al fine di disporre del quadro di riferimento per la programmazione del completamento delle attività di schedatura, secondo le direttive ministeriali/regionali, in sintonia con gli standard europei, e utilizzando i software forniti da Regione Toscana;
- avvio della catalogazione della strumentaria scientifica;
- avvio della catalogazione del patrimonio architettonico;
- aggiornamento dei dati pregressi e continuazione della catalogazione dei beni mobili, secondo un’ordine dettato primariamente dal rischio inerente ai manufatti storico-artistici e ai fondi librari antichi e archivistici;
- ideazione e pubblicazione di un sito web, in sintonia con il decalogo raccomandato dal Progetto Minerva per i siti web culturali di qualità.

Nel 2012 è stato composto il gruppo di lavoro per la catalogazione.

Nel 2013 sono state avviate le previste attività, in un’ottica di gestione programmata e continuativa dei beni culturali.



IL PATRIMONIO DELL’AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CAREGGI

Le vicende storiche che hanno portato alla costituzione dell'AOUC hanno fortemente influenzato la configurazione attuale del suo patrimonio culturale, che conta beni mobili e immobili di eccezionale valore. Questa raccolta si è formata agli inizi del Novecento, quando il principale ospedale cittadino di Santa Maria Nuova decide di trasferire parte delle proprie strutture in un luogo più salubre destinato a ospitare un numero sempre maggiore di degenti, accrescendosi fino al 1982, anno in cui viene costituita l’Azienda Autonoma Careggi. Un ulteriore ampliamento avviene nel 2003, quando l’Università di Firenze e l’Azienda Ospedaliera si uniscono in un’unica struttura. L'attuale patrimonio immobile e mobile dell’AOU Careggi viene così a comporsi di due nuclei fondamentali: quello riferibile all'ospedale di Careggi (ex Arcispedale di Santa Maria Nuova) e quello universitario.



Responsabile progetto:
Arch. Filippo Terzaghi

Referente tutela patrimonio storico-artistico:
Dott.ssa Monica Martini

Autore del progetto Oltre la cura e coordinatore per UNIFI dal 2010 al 2012:
Prof.ssa Elisabetta Susani

Coordinatore e responsabile dei patrimonio architettonico-paesaggistico, cartografia e beni demoetnoantropologici:
Arch. Beatrice Messeri

Responsabile patrimonio librario-archivistico:
Dott.ssa Riccarda Bernacchi

Responsabile patrimonio scientifico:
Dott.ssa Katia Manetti


Responsabile beni mobili e patrimonio storico-artistico:
Dott.ssa Serena Tarantino


Webmaster:
Dott.ssa Laura Lorusso




Gli autori dei contenuti sono sempre indicati in calce al testo ed è obbligatoria la loro citazione nel caso di utilizzo delle informazioni. Le fotografie pubblicate nel sito, dove non indicato diversamente, sono state eseguite dal gruppo di lavoro ed è obbligatoria una richiesta di concessione per il loro utilizzo.