Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

1 - Donare sangue e emocomponenti

 

 
 
 
 
 
 
Dove siamo
Servizio di Medicina Trasfusionale,  padiglione 15, Piastra dei Servizi
Tel. 055 411030

Dove parcheggiare
Il donatore può 
parcheggiare:

  • nei parcheggi pubblici in viale Pieraccini: ritirare il ticket di ingresso e farlo vidimare dalla Segreteria del Servizio Trasfusionale per la gratuità
  • nel parcheggio gratuito interno all'ospedale, con ingresso da Via delle Oblate, n° 1: ritirare il ticket di ingresso e parcheggiare negli spazi riservati agli utenti
Prenotare la donazione
Per effettuare la donazione differita è richiesta la prenotazione; per la donazione è fortemente raccomandata.

Per i donatori associati: si consiglia di contattare la propria associazione che provvede alla prenotazione.
Per i non associati: contattare la segreteria del Servizio Trasfusionale tel. 055 411030  dal lunedì al venerdì ore 08:30 - 11:30 e 18:00 - 19:00.
Gli appuntamenti per la donazione sono programmabili tutti i giorni, escluse le festività maggiori e il 24 giugno, festa del Santo Patrono.

Perché donare il sangue
Il sangue e gli emocomponenti non possono essere prodotti in laboratorio e sono disponibili solamente grazie alla donazione anonima, volontaria e gratuita.
La donazione del sangue richiede un piccolo impegno da parte dei donatori ed è un atto di solidarietà che contribuisce a salvare la vita di molte persone; la donazione permette di partecipare alla grande forza collettiva delle tante persone che mettono in condizione i nostri ospedali e il nostro servizio sanitario di garantire farmaci e cure a persone colpite da gravi malattie.
Il sangue è una fonte di vita rinnovabile e un organismo sano lo reintegra velocemente.
La donazione non costituisce un rischio; anzi, con le donazioni periodiche lo stato di salute viene costantemente controllato con diversi tipi di analisi.

Cos'è il sangue e quali sono i suoi componenti

Il sangue è costituito da cellule (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) e plasma (liquido, costituito da acqua per il 90%, proteine per il 6-8% ed elettroliti per il 2-4%).
  • Globuli rossi: grazie a una proteina in essi contenuta, l'emoglobina, svolgono un'importantissima funzione vitale: il trasporto dell'ossigeno dai polmoni ai tessuti; vengono trasfusi in caso di emorragie, malattie ematologiche e altre condizioni patologiche.
  • Piastrine: intervengono per prime nell'emostasi, formando un aggregato sul vaso sanguigno che arresta la fuoriuscita del sangue. Vengono trasfuse in varie condizioni, tra cui gravi malattie ematologiche.
  • Plasma e derivati: congelato subito dopo il prelievo e scongelato al momento della trasfusione, viene utilizzato in casi di deficit di fattori della coagulazione e in altre condizioni conseguenti, ad esempio, a gravi emorragie. I farmaci plasma-derivati (albumina, immunoglobuline, fattori della coagulazione) sono il risultato della lavorazione industriale del plasma e sono farmaci di fondamentale importanza nella pratica clinica.
Donazione e OVID
Non ci sono evidenze scientifiche che dimostrino la trasmissione del coronavirus attraverso le trasfusioni di sangue ed emocomponenti.
Se sei positivo al COVID-19 potrai essere ammesso alla donazione solo dopo 14 giorni dalla risoluzione dei sintomi (esclusa la perdita di gusto e olfatto che potrebbe protrarsi per alcune settimane) oppure dopo un test molecolare o antigenico negativo eseguito secondo le tempistiche previste dalla sanità pubblica.
È possibile donare sangue ed emocomponenti dopo 48 ore dalla vaccinazione anti-SARS-Cov2, se non si hanno sintomi, in caso contrario è necessario aspettare una settimana.

Link utili


NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand