Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana


IMPLEMENTERS COMMUNITY ITALIANA

Benché i casi studio siano sostanzialmente diversi l'uno dall'altro, così come i benefici attesi, la metodologia per verificare tutte o in parte le soluzioni offerte da Streamer è la stessa: per validare e condividere i risultati della ricerca, i quattro ospedali hanno quindi istituito delle comunità locali, dette Implementers Community, che svolgeranno dei workshops sul tema.

OBIETTIVI DEI WORKSHOPS

Il PRIMO obiettivo è quello di mostrare ai professionisti e agli operatori del campo sanitario le opportunità offerte dal BIM potenziato dai softwares di Streamer. Il SECONDO obiettivo riguarda lo scambio di conoscenza tra i partner italiani di Streamer e altre organizzazioni/società esperte in BIM, mostrando loro i nuovi processi progettuali, i nuovi strumenti e le relazioni tra loro (in particolare IFC Industry Foundation Classes – il formato standard usato per lo scambio di dati nell'industria delle costruzioni), sviluppati dal consorzio Streamer. Il potenziamento delle funzionalità del sistema SACS secondo i risultati della ricerca europea è uno dei principali scopi da raggiungere per l'Azienda Careggi. Il TERZO obiettivo riguarda la possibilità di affrontare alcune tematiche in una modalità interattiva, ad esempio verificare e affinare l'etichettatura degli ambienti di un ospedale proposta dal gruppo di ricerca Il QUARTO obiettivo è quello di utilizzare i risultati della ricerca, in termini ci concetti, strumenti e approccio, soprattutto riguardo alla fase di progettazione preliminare.

PROGRAMMAZIONE E TIPOLOGIA DI WORKSHOPS

Verranno fatti due workshops, uno tecnico/teorico e l'altro più pratico, preceduti da un incontro propedeutico ristretto. Entrambi avranno due sessioni da svolgersi nell'arco di una sola giornata. La sessione della mattina del PRIMO workshop sarà destinata alla presentazione della ricerca e dei partners coinvolti mentre quella del pomeriggio riguarderà gli strumenti che la ricerca ha sviluppato e il sistema di etichettatura applicato. La sessione della mattina del SECONDO workshop, oltre a riassumere brevemente quanto avvenuto durante il primo, presenterà i nuovi risultati ottenuti dal Consorzio di ricerca nel tempo intercorso tra i due incontri. La sessione pomeridiana, così come nell'analoga del primo incontro, riguarderà gli strumenti che la ricerca ha sviluppato e il sistema di etichettatura applicato.

ALTRI TEMI DA AFFRONTARE DURANTE I WORKSHOPS

- Etichettatura semantica/energetica - Monitoraggio - Indicatori di performance - Validazione dei risultati - Processo progettuale semantico - Buona pratica

ORGANIZZATORI

AOUC organizzerà i workshops con il supporto di Ipostudio architetti e di Bequerel.

PARTECIPANTI

I partecipanti – tutti italiani - dovranno essere esperti nelle tematiche affrontate dai workshops.

PRINCIPALI

- AOC Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi - Azienda Ospedaliero-Universitaria Senese - Servizio Sanitario della Regione Toscana

PRODUTTORI DI DATABASE / SOFTWARE

- Autodesk (Modula Informatica) - Cigraph - MasterClima

ARCHITETTI, INGEGNERI E ALTRI PROFESSIONISTI CHE OPERANO NEL SETTORE DELLA SANITÀ

- IAA - BEQ - SIAIS - altri professionisti da definire

IMPRESE E AZIENDE

- da definire

ESPERTI/ENTI DI RICERCA

- Università di Firenze - Università di Ferrara

DATE

Incontro propedeutico Individuazione degli argomenti e dei metodi e organizzazione dei workshop. Dicembre 2015
1° workshop Che cosa è Streamer?
Quali sono gli standard per il BIM?
Scambio delle conoscenze.
Marzo 2016
2° workshop Presentazione e applicazione dei risultati e degli strumenti della ricerca. Settembre 2016