Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Responsabile Prof. Francesco Annunziato
 
Equipe
Sara Bencini (biologa, libero professionista)
Maria Ida Bonetti (biologa, libero professionista)
Roberto Caporale (biologo, dirigente SSN)
Alessia Carraresi (tecnico sanitario di laboratorio biomedico)
Francesco Liotta (medico immunoallergologo, dirigente SSN) in collaborazione interdipartimentale
Boaz Palterer (medico immunoallergologo, dottorando SSN)
Benedetta Peruzzi (biologo, dirigente SSN)
Marinella Statello (tecnico sanitario di laboratorio biomedico)
Stefania Stefanelli (tecnico sanitario di laboratorio biomedico)

Questa SOD riunisce e ottimizza le molte specificità nel settore citofluorimetrico presenti nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi, operanti nella diagnostica e nella ricerca applicata nell'ambito dell’onco-ematologia,  delle piastrinopatie, delle immunodeficienze, delle malattie immunomediate e della immunoterapia dei tumori, al fine di migliorare l’offerta complessiva, eliminare eventuali sovrapposizioni e ottimizzare i costi.

La citometria a flusso
È una pratica di laboratorio con rilevanza sperimentale e clinica nello studio delle malattie ematologiche e del sistema immunitario.
Si basa sulla possibilità di avere informazioni sulle singole cellule di una sospensione cellulare e di analizzare un numero elevato di eventi (cellule) al secondo, ottenendo risultati dotati di un forte valore statistico.
Le cellule da analizzare in citofluorimetria possono essere preparate a partire da fluidi corporei, ma anche da tessuti solidi, inclusi tumori, dopo opportuna disaggregazione cellulare.

Attività diagnostica di laboratorio
La SOD Centro diagnostico di citofluorimetria e immunoterapia effettua, con tecniche di citometria avanzata, le analisi immunofenotipiche utili per lo studio del profilo immunologico e per l'inquadramento diagnostico e prognostico di numerose patologie:
  • leucemie acute linfoidi e mieloidi
  • linfoma non Hodgkin
  • linfomi B a livello oculare
  • mieloma multiplo
  • sindromi linfoproliferative croniche
  • sindromi mielodisplastiche
  • emoglobinuria parossistica notturna
  • emorragia feto-materna
  • mastocitosi
  • sindromi ipereosinofile
  • valutazione delle popolazioni linfocitarie ad attività regolatoria
  • difetti di produzione citochine o espressione di molecole di costimolo dopo stimolazione policlonale o antigenica dei linfociti T
  • difetti di espressione di granzima e perforina
  • piastrinopatie ereditarie (tromboastenia di Glanzmann, sindrome di Bernard-Saoulier, difetti di glicoproteine leganti il collagene)

I risultati delle analisi immunofenotipiche consentono di effettuare, per ogni paziente, la scelta di una strategia analitica personalizzata sulla base del quesito diagnostico indicato dal medico richiedente.
Il personale dirigente altamente specializzato analizza, elabora e interpreta i dati citofluorimetrici e redige il referto con la descrizione dettagliata delle caratteristiche cellulari e l’indicazione del sospetto diagnostico.

Sede di attività e contatti

  • Padiglione 15 - Piastra dei Servizi, piano 1, stanza, B114, Tel. 055 794 9023
  • padiglione 27 - Cubo, Viale Pieraccini 6, piano 2 Tel. 055 2758 345 - 337

Test diagnostici eseguiti

  • studio sottopopolazioni linfocitarie e leucocitarie:
- approfondimenti della linea linfocitaria B
- approfondimenti discrasie plasmacellulare
- approfondimenti della linea linfocitaria T
- approfondimenti delle cellule Natural Killer (NK)
- approfondimenti della serie mieloide ed eritroide
  • ricerca del clone EPN su sangue periferico
  • ricerca della malattia minima residua nelle neoplasie ematopoietiche
  • conteggio e caratterizzazione delle cellule staminali nei programmi di trapianto autologo e allogenico
  • ricerca dell’emoglobina fetale nel sangue materno
  • studio della cellularità nei liquidi biologici come liquido ascitico, pleurico, pericardico, sinoviale, lavaggio broncoalveolare e liquor, umor vitreo
  • produzione di citochine a stimolo policlonale
  • studio linfocitario nelle ipereosinofilie
  • espressione di granzima e perforina
  • espressione di CD154 (CD40-L) a stimolo policlonale
  • produzione citochine a stimolo antigenico (CMV, EBV, AdVs, A. Fumigatus, M. tubercolosis, HPV)
  • linfociti T regolatori
  • tipizzazione linfocitaria su umor vitreo
  • studio dell'espressione di glicoproteine di membrana piastrinica (glicoproteine GPIb, GPIIb, GPIIIa, GPVI, GPIX)

Materiali
Le analisi immunofenotipiche vengono eseguite su diverse tipologie di materiali:

  • sangue periferico
  • aspirato midollare
  • liquido cefalorachidiano
  • liquido pleurico
  • liquido pericardico
  • liquido di lavaggio broncoalveolare
  • liquido ascitico
  • umor vitreo
  • altri liquidi cavitari
Prelievi e consegna campioni esterni
La SOD accetta campioni dal lunedì al venerdì e si avvale del Centro prelievi 
I campioni provenienti da altre strutture devono essere accompagnati dal Modulo di accettazione esami citofluorimetrici e consegnati in tempi utili: l’esecuzione dell’esame deve avvenire entro le 24 ore dal prelievo poiché i campioni cellulari sono facilmente deteriorabili.
Ritiro referti
Tempi di refertazione: 3-4 giorni lavorativi.
La refertazione degli esami immunofenotipici avviene mediante un software dedicato e il referto prodotto viene firmato digitalmente, archiviato e reso disponibile alle strutture di AOUC sul sistema informatico interno, agli utenti esterni secondo le modalità del Centro prelievi.
Consulenza telefonica
Il dirigente della SOD Centro diagnostico di citofluorimetria e immunoterapia effettua consulenza telefonica; in caso di patologia acuta, avverte direttamente il medico richiedente ed emette il referto in giornata.
Qualità e Certificazione
La SOD risponde ai requisiti di qualità secondo la Certificazione ISO 9001:2015 per il percorso diagnostico oncoematologico sia per quanto riguarda l’esecuzione degli esami citofluorimetrici che per quanto riguarda la stesura del referto citofluorimetrico.
Verifiche Esterne di Qualità
Partecipazione ai seguenti programmi di Controlli esterni di Qualità (UK NEQAS):
1. Immune Monitoring
2. CD34 stem cell
3. Paroxismal Nocturnal Haemoglobinuria
4. Leukaemia Immunophenothyping
5. Leukaemia Diagnostic Interpretation

Attività di ricerca
Messa a punto di protocolli sperimentali finalizzati a ottenere una ricaduta applicativa clinica di tipo pratico in campo diagnostico e terapeutico nei seguenti ambiti:

  • medicina rigenerativa con cellule staminali
  • malattie neoplastiche
  • immunodeficienze
  • malattie immunomediate
  • immunoterapia
Progetti di ricerca in corso
  • Identificazione di fattori prognostici nella mastocitosi sistemica in collaborazione con il Prof. Alessandro Maria Vannucchi, Coordinatore del Centro di ricerca e innovazione per le malattie mieloproliferative (CRIMM) - Dipartimento Oncologico e di chirurgia ad indirizzo robotico
  • Studio della risposta immunologica in corso di Graft vesrus Host Disease (GvHD) in collaborazione con il Dr. Riccardo Saccardi, Direttore della SOD Terapie cellulari e medicina trasfusionale - Dipartimento Oncologico e di chirurgia ad indirizzo robotico
  • Impiego dei T gamma/delta DLI (donor lymphocyte infusion) per combattere la malattia minima residua in pazienti sottoposti a trapianto di midollo allogenico: ruolo dell'asse PDL1-PD1 nell'escape immunologico in collaborazione con il Dr. Riccardo Saccardi, Direttore della SOD Terapie cellulari e medicina trasfusionale - Dipartimento Oncologico e di chirurgia ad indirizzo robotico
  • Ricerca di biomarker predittivi per la selezione di pazienti con carcinoma del polmone non a piccole cellule avanzato da trattare con immunoterapia (anticorpi, anti-pd-1) in collaborazione con la Dr.ssa Francesca Mazzoni, della SOD Oncologia Medica - Dipartimento Oncologico e di chirurgia ad indirizzo robotica
Attività di formazione
La SOD è sede di tirocinio e tutoraggio nell'ambito dei Corsi di Laurea e Specializzazione dell'Università degli Studi di Firenze.

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand