Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Responsabile dr.ssa Filomena Autieri

Attività
La struttura gestisce i processi di Autorizzazione e Accreditamento IstituzionaleCertificazione, e gestione del rischio clinico.
Mission
La Mission della UO Accreditamento, Qualità e Risk Management è quella di supportare le articolazioni organizzative aziendali nell'attuazione delle strategie per lo sviluppo ed il miglioramento sistematico della qualità dei servizi sanitari e della clinical governance.
La struttura promuove e coordina le attività volte al miglioramento continuo della qualità delle prestazioni sanitarie ed alla tutela della sicurezza del paziente in perfetta integrazione ed in collaborazione con i Dipartimenti, le ADO e le relative Strutture Organizzative Dipartimentali, e con le strutture del Dipartimento delle professioni sanitarie deputate al miglioramento degli standard di qualità e sicurezza del paziente in ambito assistenziale.

In particolare:

  • partecipa alla definizione delle politiche aziendali per la qualità ed assicura il supporto sul piano metodologico per la promozione ed il consolidamento dei principi del miglioramento continuo e la realizzazione di progetti di miglioramento della qualità clinico-assistenziale ed organizzativa, garantendone la fattibilità e la coerenza complessiva;

  • promuove lo sviluppo del sistema qualità aziendale, organizza e coordina la rete operativa aziendale della qualità (referenti qualità, gruppi di miglioramento), supporta i Dipartimenti, le ADO e le Strutture Organizzative Dipartimentali, in collaborazione con i Referenti Sanitari di Dipartimento, nello sviluppo del programma aziendale di implementazione del sistema qualità, anche attraverso azioni di consulenza metodologica e tutoring;

  • alimenta il processo di miglioramento continuo della qualità e ne assicura l'attuazione, anche per il conseguimento dell'accreditamento istituzionale e di eccellenza ed i percorsi autorizzativi e certificativi relativi ad officine produttive di terapie avanzate, CRB e biobanche, garantendo altresì un monitoraggio costante degli indicatori del sistema di valutazione specifico ed un adeguato feedback informativo, identificando i trend e pianificando le azioni correttive;

  • sostiene lo sviluppo di un sistema di gestione della qualità aziendale che valorizzi ed integri le diverse dimensioni e le diverse competenze professionali e specialistiche, contribuendo alla diffusione ed alla realizzazione di prassi di qualità sempre più misurabili, confrontabili, trasferibili;

  • supporta la redazione ed approva le procedure organizzative basate su un'analisi attenta dei processi e che contribuiscano a ridurre sprechi e ritardi, rendendo sempre più facilmente accessibile la documentazione specifica;

  • persegue il miglioramento continuo del sistema di gestione della qualità aziendale secondo modelli di eccellenza riconosciuti e ne assicura il perfezionamento costante attraverso il confronto con altre esperienze ed altri modelli nazionali e internazionali;

  • favorisce lo sviluppo di una cultura del rischio orientata alla prevenzione anche attraverso l'adozione di metodologie di intervento proattive e collabora allo sviluppo di modelli organizzativi innovativi per migliorare il livello di sicurezza nella pratica clinica;

  • cura l'implementazione di un modello organizzativo aziendale uniforme per la gestione del rischio, in aderenza alle linee di indirizzo per la Gestione del rischio clinico e la sicurezza del paziente nelle aziende sanitarie del SSR, e sostiene le strutture aziendali nella progettazione di percorsi per la sicurezza del paziente e nelle attività di rilevazione degli eventi indesiderati, garantendo uniformità di approccio metodologico ed una visione integrata della sicurezza del paziente e della qualità dei servizi erogati agiti come binomio inscindibile;

  • promuove la collaborazione e fornisce il supporto operativo alle attività ed ai progetti di ricerca e sperimentazione sull'efficacia dei diversi metodi e strumenti di promozione della qualità e della sicurezza, anche in collaborazione con organismi scientifici esterni, nazionali e internazionali;

  • cura la definizione del piano annuale aziendale per la gestione del rischio clinico, in collaborazione con la UO Laboratorio per le attività di studio e ricerca applicata del centro gestione rischio clinico e sicurezza del paziente ;

  • contribuisce alla rilevazione dei bisogni formativi, assicura la programmazione e la collaborazione alla realizzazione e gestione di eventi formativi e di aggiornamento sulle tematiche della qualità e della sicurezza dei pazienti, in collaborazione con la UO Formazione;

  • fornisce il supporto al processo di budgeting per la definizione degli obiettivi per la qualità assegnati alle strutture aziendali e collabora con la UO Monitoraggio performances sanitarie e la UO Controllo direzionale, per il monitoraggio degli indicatori di processo e di esito relativi;

  • cura i rapporti con gruppi di lavoro o enti che a vari livelli si occupano di sistemi qualità e sicurezza del paziente (Settore Qualità dei servizi, governo clinico e partecipazione della Regione Toscana, Centro Gestione Rischio Clinico e Sicurezza del Paziente della Regione Toscana, Agenzia Sanitaria Regionale, Società scientifiche ecc.).


NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand