Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Si è tenuto nell’Auditorium del CTO dell’Azienda ospedaliero – universitaria Careggi di Firenze il convegno della Società Italiana di Medicina Perinatale (SIMP). L’evento presieduto dal professor Federico Mecacci responsabile della Medicina Materno Fetale di Careggi ha affrontato, attraverso il confronto di casi clinici presentati dai maggiori esperti a livello internazionale, le grandi sindromi ostetriche dall’epoca preconcezionale ai primi mille giorni.

Durante la gravidanza – spiega Mecacci – tutto l'organismo materno deve sottoporsi ad uno sforzo significativo per soddisfare le richieste dell'accrescimento e dello sviluppo fetale. Le sindromi ostetriche si manifestano quando sistemi o organi specifici non sono in grado di adattarsi a queste richieste, che diventano sempre più elevate con l'avanzare della gravidanza. Il parto determina un recupero del notevole sforzo materno, ma la ripresa è solo transitoria. Negli anni successivi questi sistemi o organi manifesteranno clinicamente quella vulnerabilità che la gravidanza aveva svelato.

L’evento della SIMP si è focalizzato – conclude Mecacci – sulle grandi sindromi ostetriche come il diabete gestazionale e i disturbi ipertensivi della gravidanza, nelle quattro fasi della vita della donna: il periodo preconcezionale, la gravidanza, il parto e le sue conseguenze. Ogni fase è stata affrontata da quattro specialisti di livello internazionale che si sono dedicati a specifiche ricerche, presentando le più recenti innovazioni negli ambiti della terapia, della diagnostica e dell’assistenza.     


Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua