Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

SOD


Direttore Dr. Stefano Grifoni
sostituto Dr. Peiman Nazerian
Equipe
Floriana Basiricò
Alessandro Becucci
Paolo Bernardi
Laura Betti
Ernesta Bondi
Sara Bucherelli
Eleonora Caldini
Elisabetta Cangioli
Elisa Capretti
Barbara Casanova
Matteo Castelli
Elisabetta Catini
Cosimo Caviglioli
Giuliano De Stefano
Margherita De Stefano
Eleonora De Villa
Emilia Donnarumma
Chiara Donnini
Francesca Ermini
Roberto Federico
Stefania Guerrini
Eriola Haxhiraj
Delia Lazzeretti
Luca Naldi
Luca Nardi
Peiman Nazerian
Andrea Nencioni
Maddalena Ottaviani
Barbara Paladini
Andrea Pavellini
Michele Risso
Piero francesco Ticali
Simone Toccafondi
Nadia Vannucci
Gabriele Viviani

Attività

L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa dell’inquadramento clinico e della stabilizzazione dei pazienti con patologia acuta che si presentano al Pronto Soccorso e, quando se ne ravvisi la necessità, provvede al loro ricovero in struttura adeguata.

Alla SOD afferisce il Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e terapia d’urgenza della malattia tromboembolica venosa nella fase acuta.

Attività di ricerca
Florence Research and Education in Emergency Medicine Flo.R.E.M.

Sedi di attività
Pronto soccorso
 
 
 
Dove siamo
Padiglione 12 DEAS - Pronto Soccorso
Accesso dal viale Pieraccini, Firenze - vai a Come raggiungerci e Accesso elisoccorso
 
Modalità di accesso
Il Pronto Soccorso è dedicato alle emergenze e urgenze sanitarie; possono accedere:
  • le persone in condizioni critiche con problemi di natura traumatica e non, insorti recentemente
  • le persone con importanti problemi di salute e con specifica richiesta medica 

È necessario presentare la Carta Sanitaria Elettronica; nelle situazioni cliniche non gravi è richiesto il pagamento di un ticket.
Vedi le modalità di accesso per i cittadini stranieri.
Ogni cittadino che si presenta al Pronto Soccorso è valutato con il Triage per definire la priorità, il percorso adeguato alle sue condizioni cliniche e i tempi di intervento sanitario.

Le strutture coinvolte
Le seguenti strutture cliniche sono coinvolte nelle attività del Trauma Center - Pronto Soccorso e lavorano nella massima integrazione e collaborazione:

Il Trauma Center - Pronto Soccorso si avvale inoltre della consulenza di tutte le altre strutture specialistiche e delle strutture di diagnostica.
 
Il trauma Center assicura la presa in carico dei pazienti che hanno subito un evento traumatico maggiore. Questa condizione è classificata tra quelle “tempo dipendenti”, ovvero che richiedono una gestione tempestiva da parte di un team di professionisti appositamente addestrato. Per offrire ai pazienti traumatizzati il massimo livello organizzativo e di competenze l’AOU Careggi ha costituito nel 2016 un apposito Coordinamento gestione del trauma maggiore.
Direttore Dr. Carlo Nozzoli
sostituta Dr.ssa Francesca Bacci
Equipe
Elisa Antonielli
Francesca Bacci
Silvia Baroncelli
Bernardo Bigazzi
Giulia Degl'Innocenti
Lorenzo Fedeli
Tommaso Fintoni
Ilaria Liguori
Ombretta Para
Federica Rocchi
Maria Serena Rutili  
Valerio Turchi

L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento delle patologie internistiche sia in regime d’urgenza di pazienti provenienti dal Pronto Soccorso sia in regime di ricovero programmato (con particolare riferimento alle patologie cardiovascolari ed in particolare lo scompenso cardiaco).

Inoltre all’interno del dipartimento la SOD collabora nel percorso assistenziale della medicina perioperatoria per una ottimizzazione del paziente chirurgico con complicanze e comorbidità mediche.

La SOD collabora anche con il dipartimento Cardiotoracovascolare per il trasferimento da reparti intensivi e subintensivi di pazienti affetti da cardiopatia ischemica e disfunzione ventricolare sinistra, e si è particolarmente dedicata e specializzata nel trattamento post-intensivo di pazienti politraumatizzati provenienti dalla rianimazione.


Attività clinica in regime di Degenza ordinaria
  • ricoveri d’urgenza provenienti dal pronto soccorso
  • ricoveri programmati per accertamenti complessi non eseguibili nel territorio, procedure invasive soprattutto cardiologiche che necessitano di esecuzione e controllo ospedaliero
  • ricoveri per trasferimento dalle terapie intensive generali e cardiologiche e dai reparti di chirurgia nell’ambito della attività di medicina perioperatoria
Attività clinica in regime ambulatoriale
  • dimissioni protette
  • follow up di pazienti affetti da scompenso cardiaco

Direttore Prof.Carlo Rostagno
sostituto Dr. Marco Torri

 

Equipe
Marco Alesini
Andrea Berni
Ilaria Cecioni
Linda Fallai
Francesca Fiorentino
Marco Torri
Camilla Tozzetti

Attività

L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa dell’accoglienza di pazienti con patologia acuta e/o complessa provenienti dal Pronto Soccorso.

Attività clinica in regime di Degenza ordinaria

  • ricoveri in elezione per reumatologia, medicina interna, cardiologia, nefrologia, ematologia e oncologia clinica

 Sedi di attività

Direttore Prof. Alberto Moggi Pignone
sostituto Dr. Roberto Fedi
Equipe
Giulia Bandini
Gabriele Ciuti
Alessia Fabbri
Roberto Fedi
Riccardo Livi
Francesco Mancuso
Federico Perfetto
Anna Peruzzi
Alessio Tempestini
L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento dei pazienti con patologia acuta e/o complessa provenienti dal dipartimento DEA.
La SOD fa parte del Gruppo Italiano di Studio dell’Amiloidosi, afferisce al Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e cura dell’amiloidosi e del gruppo di studio dell’AOUC (IPERCARE) per la diagnosi e cura dell’ipertensione arteriosa.

Attività clinica in regime di Degenza ordinaria
  • ricoveri in elezione per patologie di specifica pertinenza dei medici afferenti a questa SOD (reumatologia, medicina interna, cardiologia, nefrologia, ematologia ed oncologia clinica).
Attività clinica in regime ambulatoriale
  • ambulatorio di nefrologia e ipertensione arteriosa
  • ambulatorio di medicina interna ed ematologia
  • ambulatorio di reumatologia

Direttore Dr. Alessandro Morettini
 Sostituta Dr.sssa Sabrina Vecchiarino
Equipe
Carlotta Casati
Maria Ciliberti
Annalaura Di Cristo
Marta Di Dio
Alessandra Petrioli
Valeria Ponticelli
Monica Raineri
Alessandra Tesei
Sabrina Vecchiarino
 
L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento dei pazienti affetti da patologie di competenza internistica in fase acuta. 

Attività clinica in regime di Degenza ordinaria
  • diagnostica e trattamento in regime di ricovero dei malati di competenza internistica provenienti dal DEA
  • diagnostica e trattamento in regime di ricovero dei malati provenienti dal DEA, affetti da stroke valutati dallo Stroke Team e assegnati alla degenza ordinaria
  • diagnostica e trattamento dei malati in regime di ricovero con ingresso programmato riferiti alla SOD da medici di Medicina Generale del territorio e/o da ambulatori specialistici esterni
  • diagnostica e trattamento dei malati in regime ricovero di malati trasferiti da altre SOD dell’AOUC per patologie di competenza internistica in fase acuta
  • diagnostica e trattamento dei malati in regime di ricovero con ingresso programmato che devono essere sottoposti a procedure invasive in altre strutture o SOD dell’AOUC e che necessitano di una sorveglianza clinica per le possibili complicanze di competenza internistica
Attività clinica in regime di degenza subintensiva     
  • diagnostica e trattamento dei malati post chirurgici provenienti da reparti chirurgici per complicanze internistiche
  • diagnostica e trattamento dei malati post chirurgici provenienti da terapia intensiva in fase di non completa stabilità clinica
  • diagnostica e trattamento dei malati post chirurgici provenienti dalla sala operatoria in fase di non completa stabilità clinica
Attività clinica in regime ambulatoriale
  • completamento della diagnostica e verifica delle terapie dei malati dimessi in regime di Dimissione Protetta
  • presa in carico in regime ambulatoriale di malati le cui patologie di competenza della medicina interna possono essere documentate e trattate senza necessità di ricovero ordinario riferiti alla SOD da altri specialisti esterni o interni o da medici di Medicina Generale del territorio
  • presa in carico e follow up dei pazienti affetti da ictus cerebrale (ambulatorio dell’ictus cerebrale) dimessi dall’area di ricovero ordinario della SOD o riferiti all’ambulatorio da altri specialisti, SOD o medici di Medicina Generale
  • presa in carico attraverso il Day Service di malati inviati dal Pronto Soccorso

Direttore prof. Simone Vanni
 
Equipe
Francesca Caldi
Francesca Innocenti
 

Attività

L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa:

  • del trattamento delle patologie di pazienti giunti al Pronto Soccorso che per la loro instabilità clinica richiedano un trattamento medico intensivo immediato, ma limitato nel tempo in attesa di una stabilizzazione che consenta un loro trasferimento ad un reparto di degenza
  • pazienti che debbano essere sottoposti ad una serie di indagini diagnostiche e di un adeguato monitoraggio in attesa di una decisione in merito ad un loro ricovero o una loro dimissione

La SOD ha inoltre il compito di costruire dei percorsi intraospedalieri per le emergenze-urgenze in particolare di quelli dell’alta specialità.

Sedi di attività

 

Direttore prof. Gian Luca Grazi

Equipe
Ilenia Bartolini
Giacomo Batignani
Lorenzo Bruno
Giancarlo Freschi
Luca Moraldi
Maria Novella Ringressi
Matteo Risaliti
Antonio Taddei
 

L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa dell’attività di chirurgia di elezione e di urgenza nell’ambito della chirurgia generale (addominale e laparoscopica) e oncologica.

Le principali patologie trattate sono:
  • ernie e laparoceli
  • fegato, colecisti, vie biliari e pancreas
  • patologia oncologica del tratto digerente superiore e inferiore
  • patologia benigna e maligna della mammella
  • patologia benigna e maligna tiroidea
  • traumatologia e chirurgia d’urgenza
  • endoscopia diagnostica e operativa
Attività clinica in regime di Degenza ordinaria
  • valutazione preoperatoria e preparazione all’intervento
  • degenza postoperatoria per interventi di chirurgia maggiore e minore
Attività clinica in regime di Day Surgery

trattamento delle patologie che non necessitano di degenza in regime di ricovero ordinario quali:

  • ernie e laparoceli
  • patologia coloproctologica
  • patologia tiroidea
  • patologia benigna della mammella
  • varici arti inferiori
Attività clinica in regime ambulatoriale
  • visite specialistiche chirurgiche
  • visite di follow-up oncologici
  • medicazione ferite, rimozioni punti di sutura
  • visite ambulatoriali con fast-track per emorragie digestive tratto digerente superiore ed inferiore
  • ambulatorio oncologico CORD per il tratto gastroenterico superiore e inferiore e fegato-vie biliari-pancreas
  • ambulatorio di fisiopatologia del tratto gastroenterico superiore (manometria esofagea, pH-metria esofagea) e del tratto gastroenterico inferiore (manometria anorettale)
  • ambulatorio di riabilitazione del pavimento pelvico

Direttore Dr. Paolo Prosperi
sostituto Dr. Alessandro Bruscino
 
Equipe
Giovanni Alemanno
Carlo Bergamini
Alessandro Bruscino
Annamaria Di Bella
Alessio Giordano
Gherardo Maltinti
Jacopo Martellucci
Desiré Pantalone
Paolo Prosperi
Maximilian Leonardo Scheiterle
Ludovica Vacca
 
L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento chirurgico delle patologie del tratto digerente superiore e inferiore, del fegato, pancreas e vie biliari, di pertinenza endocrina, e della mammella; chirurgia della parete, chirurgia vascolare, chirurgia flebologica.

 
Attività clinica in regime di Degenza ordinaria
  • chirurgia del tratto digerente superiore e inferiore. L’approccio di scelta, quando possibile, è quello laparoscopico
  • chirurgia epatobiliopancreatica: l’approccio di scelta nella patologia litiasica, quando possibile, è quello laparoscopico anche in collaborazione con la gastroenterologia (endoscopia operativa). Si esegue chirurgia epatica e pancreatica
  • chirurgia proctologica: emorroidectomia, prolassectomia, correzione chirurgica della sindrome da defecazione ostruita
  • endocrinochirurgia: patologie benigne e maligne della tiroide, paratiroidi, ghiandole surrenaliche. L’approccio di scelta, quando possibile, è quello miniinvasivo
  • chirurgia della mammella: patologia benigna e maligna della mammella, linfonodo sentinella, ricostruzione
  • chirurgia bariatrica: bendaggio gastrico, diversione biliopancreatica, bypass gastrico. L’approccio di scelta, quando possibile, è quello laparoscopico
  • trattamento dell’endom nel IV° stadio in collaborazione con la SOD Ostetricia e Ginecologia 1
  • trattamento miniinvasivo di patologia renale in collaborazione con la SOD Urologia 1
Attività clinica in regime di Day Surgery
  • trattamento di ernie e di patologia di parete
  • trattamento di patologia flebologica
  • trattamento della patologia proctologica minore (emorroidectomia, sfinterotomia)

Attività clinica in regime ambulatoriale

  • piccola chirurgia (asportazione di neoformazioni cutanee, cisti lipomi, trattamento di patologia flebologica)
  • endoscopia digestiva
  • ambulatorio chirurgico divisionale
  • ambulatorio dimissioni protette
  • ambulatorio endocrinologico
  • ambulatorio flebologico
  • ambulatorio proctologico
  • ambulatorio vascolare
  • ambulatorio obesità
  • ambulatorio follow up oncologico

Direttore ff dr. Giuseppe Mangone

Equipe
Giuseppe Falcone
Giuseppe Mangone
Matteo Scarselli
 
L'equipe di professionisti medici specialisti in Fisiatria, di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento riabilitativo delle patologie muscolo-scheletriche e dei tessuti molli, attraverso la stesura di progetti riabilitativi individuali e utilizzando protocolli interni e Linee Guida nazionali e internazionali per prescrizioni di fisioterapia e farmaci.

Attività clinica fisiatrica in regime di Degenza ordinaria
  • consulenze fisiatriche per le SOD di tutta AOUC

Attività clinica fisiatrica in regime ambulatoriale

  • visite mediche specialistiche fisiatriche
  • prestazioni mediche specialistiche fisiatriche
  • manipolazioni
  • infiltrazioni
  • esami posturali
  • prescrizioni di trattamenti fisioterapici di rieducazione motoria in palestra o in piscina (ciclo di 10 sedute)
  • ambulatorio lesioni cutanee
  • visite scoliosi

Direttore Dr. Giancarlo Castaman
sostituto Dr.ssa Silvia Linari
 
Equipe
Francesco Demartis
Rajmonda Fjerza
Silvia Linari
Lisa Pieri
 
Monica Attanasio (biologo)
Mirella Coppo (biologo)
Rita Paniccia (biologo)
Francesca Salvianti (biologo)
La SOD Malattie Emorragiche e della Coagulazione, è Centro di Riferimento Regionale per le Coagulopatie congenite ed è  Centro di Riferimento Regionale per la malattia di Gaucher.  Il Centro ha un suo proprio laboratorio che esegue in esclusiva una batteria di esami, non solo per i pazienti della A.O.U.Careggi, ma anche per i pazienti esterni e per altri ospedali toscani. 

Si occupa del trattamento delle seguenti patologie:
  • emofilia A, emofilia B, emofilia acquisita
  • malattia di Von Willebrand di tipo 1, 2, 3
  • a-fibrinogenemia, ipo-fibrinogenemia, dis-fibrinogenemia
  • deficit di fattore II, fattore V, fattore VII, fattore V e VIII, fattore X, fattore XI, fattore XII, fattore XIII, proteina C, antitrombina
  • alterazione del sistema fibrinolitico
  • piastrinopatie congenite
  • Malattia di Gaucher

Protocollo diagnostico-terapeutico di gestione multi/interdisciplinare dei pazienti con emofilia candidati a chirurgia ortopedica protesica

Attività clinica in regime ambulatoriale

  • diagnosi fenotipica dei difetti congeniti dell’emostasi
  • profilassi farmacologica e non farmacologica degli eventi emorragici
  • terapia sostitutiva dei difetti congeniti dell’emostasi
  • monitoraggio della terapia sostitutiva durante il periodo pre, peri e post-operatorio ortopedico
  • counseling genetico dei difetti congeniti dell’emostasi
  • valutazione e intervento in urgenza, profilassi e post intervento chiurgico in ambito fisioterapico
  • corsi di autoinfusione di fattori della coagulazione
  • consulenza telefonica per autotrattamento di episodi emorragici per pazienti affetti da coagulopatia congenita
  • consulenza e assistenza ematologica per pazienti con difetti dell’emostasi, degenti in altre SOD
  • partecipa al Registro nazionale italiano e ai Registri internazionali delle malattie rare in ambito emorragico


  • ricerca in ambito fisiopatologico, clinico e terapeutico partecipando a progetti nazionali del Ministero della Salute, del MIUR e internazionali
  • funzione di horizon scanning per l'individuazione di tecnologie sanitarie in fase di sviluppo, atte a favorire una appropriata e tempestiva traslazione nella prassi clinica di quanto continuamente emerge dalla ricerca avanzata.
Direttore Dr. Luciano Gabbani
sostituto Dr. Bernardo Salani
Equipe
Marta Boncinelli
Lorella Lambertucci
Irene Mangani
Giuseppe Moretti
Claudia Pozzi
Anna Righi
Bernardo Salani
Antonella Scarfi
Francesca Tesi
Angela Turchi
 
L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento delle patologie internistiche dell’anziano con particolare attenzione al recupero funzionale.

Attività clinica in regime di Degenza ordinaria
  • cardiopatie ischemiche
  • scompenso cardiaco
  • insufficienze respiratorie
  • polmoniti
  • broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)
  • disturbi neurologici acuti
  • encefalopatie vascolari e degenerative

In regime di Day Hospital sono trattati soggetti anziani fragili a rischio di perdita di autonomia o colpiti da patologie neuromotorie. Parte integrante e fondamentale della cura è la chinesiterapia e la riabilitazione per conseguire la massima autonoma possibile in questo setting di degenza. I pazienti provengono dalla degenza geriatrica e dalle altre degenze (prevalentemente medicina e neurologia) oppure sono selezionati dagli ambulatori.

Patologie più frequentemente trattate:
  • postumi recenti di ictus minori
  • parkinson e parkinsonismi
  • patologie neurologiche vascolari e degenerative
  • trattamenti riabilitativi di soggetti che non sono in grado per patologie associate di utilizzare i servizi ambulatoriali
Attività clinica in regime ambulatoriale

In regime ambulatoriale vengono trattati pazienti in età geriatrica affetti dalle seguenti patologie:

  • patologie varie cronico degenerative dell’anziano (diabete, ipertensione, ecc.)
  • cardiopatie ischemiche
  • postumi di ictus
  • encefalopatie vascolari e degenerative
  • idrocefalo normoteso (in collaborazione con la SOD Neurochirurgia)
  • soggetti con disturbi cognitivi e psicoaffettivi:

-valutazione di 1° livello (centro UVA prescrizione e monitoraggio farmaci anticolinesterasici e antipsicotici atipici)

-valutazione di 2° livello

In regime di assistenza domiciliare
Attività di consulenza geriatrica programmata presso il Quartiere 5 (in convenzione con ASL 10 Firenze)

Direttore Prof. Pietro Amedeo Modesti
sostituta Dr.ssa Loira Toncelli
Equipe
Maria Boddi
Gabriele Mascherini
Laura Stefani
Loira Toncelli
 
L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa di:
  • esecuzione di indagini di I, II e III livello richieste per il conseguimento dell’idoneità sportiva, per la valutazione funzionale di atleti di alto livello e per programmi di sviluppo che comprendano valutazione complessa clinico-strumentale per categorie a rischio
  • prescrizione dell’esercizio fisico in pazienti ad elevato rischio cardiovascolare
  • monitorizzazione degli effetti dell’attività fisicia in pazienti affetti da particolari patologie

Attività clinica in regime ambulatoriale

  • visita medico- sportiva
  • spirometria
  • ecomuscolari
  • test da sforzo
  • ecocolordoppler
  • ecocardiogramma transesofageo
  • ecocardiogramma con stress farmacologico

"In conformità con il decreto regionale 11074_del_21-07-2020,  le procedure che generano aerosol correlate alla valutazione di idoneità sportiva richiedono l'esecuzione di test che escludano la positività a Sars Cov2; senza tali accertamenti non è possibile accedere alle prestazioni stesse."



La Commissione Regionale d'appello per la Medicina Sportiva si riunisce presso l’AOU Careggi, Pad. 28c - Ponte Nuovo, piano 2
via delle Oblate 4, Firenze.
 
Modalità di richiesta
  • tramite posta raccomandata all'indirizzo sopra indicato:
  • modulo di richiesta compilato (scarica qui)
  • copia del certificato di non idoneità
  • copia degli esami effettuati per l’idoneità sportiva
  • libretto sanitario sportivo
Il ricorso può essere richiesto entro 30 giorni dalla comunicazione della non idoneità.
Per eventuali chiarimenti è possibile contattare la Commissione:
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 055 794 6607 martedì e giovedì ore 11.00 - 13.00.
Direttore Prof. Sandro Sorbi
sostituta Dr.ssa Stefania Latorraca
Equipe
Valentina Bessi
Luca Caremani
Monica Del Mastio
Camilla Ferrari
Paolo Forleo
Alessandra Govoni
Sabrina Matà
Antonella Notarelli
Silvia Ramat (Responsabile Parkinson Unit)
Benedetta Nacmias (Responsabile del Laboratorio Neurogenetica AOU Careggi)
Sonia Padiglioni (Psicologo-Psicoterapeuta, afferente UO Clinica delle Organizzazioni - Centro di riferimento Regionale Criticità Relazionali (CRCR))
 
L’equipe di professionisti di questa struttura si occupa del trattamento delle patologie croniche, infiammatorie e degenerative e con diagnosi complesse del sistema nervoso ad alta intensità assistenziale e trattamenti sperimentali, in particolare:
  • demenze
  • sclerosi multipla
  • malattie neuro-muscolari
  • disturbi del movimento
  • malattia di Parkinson

Alla SOD afferiscono:


Le attività sono svolte in regime di degenza ordinaria, di Day Hospital, ambulatoriale e di consulenza.

• Neurogenetica: analisi genetica delle malattie neurologiche, dosaggio dei biomarcatori di neurodegenerazione ed amiloidosi nelle demenze neurodegenerative, membro Centro di Eccellenza dell’Ateneo DENOTHE
• Neuropsicologia: valutazioni cognitive di secondo livello ed approfondimenti testistici per specifici domini cognitivi per pazienti affetti da decadimento cognitivo
 

Direttore Prof. Pierangelo Geppetti
sostituto Prof. Alberto Chiarugi
 
Equipe
Alberto Chiarugi
Francesco De Cesaris
Romina Nassini (Biologa)
 

Studio, diagnosi e trattamento delle cefalee primarie in adulti e adolescenti.

Attività clinica

E' svolta in regime ambulatoriale, di day hospital o di consulenza in strutture dipartimentali ed aziendali per:

  • emicrania con e senza aura
  • cefalea di tipo tensivo
  • cefalea a grappolo
  • altre cefalee autonomiche trigeminali
  • altre cefalee primarie

Attività di ricerca

  • studi osservazionali, d’intervento e sui meccanismi patogenetici delle cefalee primarie


Attività di consulenza
  • promozione, assistenza e supporto nella ideazione e/o conduzione di sperimentazioni cliniche con farmaci di fase I, II, III e IV e sperimentazioni con dispositivi medici o altri interventi sanitari
  • valutazione dell’appropriatezza prescrittiva e governo clinico del farmaco nelle strutture dipartimentali e aziendali

Attività di ricerca

  • Ricerca di base: studio di meccanismi e farmaci innovativi per la terapia del dolore
  • Ricerca clinica: studi sulla predisposizione genetica alle differenti risposte di efficacia e alle reazioni avverse gravi ai farmaci

Direttore Prof. Gianni Amunni
sostituto Dr. Alssandro Villanucci

L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento integrato dei tumori ginecologici (vulva, vagina, endometrio e ovaio) e della mammella.

La SOD è Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e terapia delle neoplasie trofoblastiche e gestazionali.

Attività clinica in regime di Degenza ordinaria
  • somministrazione chemioterapie ad alta complessità e controllo effetti collaterali
  • trattamento fase avanzata di malattia e controllo sintomi
  • inquadramento e stadiazione nuova casistica
  • inserimento cateteri e dispositivi per C.T.

Attività clinica in regime di Day Hospital

  • somministrazione di chemioterapie a media complessità

Attività clinica in regime ambulatoriale

  • somministrazione di chemioterapie a bassa complessità e terapia orale
  • follow up pazienti in remissione
  • controllo clinico pazienti in trattamento oncologico o antalgico
  • gestione pazienti in menopausa oncologica
  • consulenza programmi terapeutici per altre istituzioni

Direttore ad interim Dr. Giulio Del Popolo
sostituto Dr. Davide Casavola

Equipe
Annalisa Baroni
Davide Casavola
Pierangela Liotta
Giacomo Lucchesi
Gabriele Righi

L’Unità Spinale è una struttura organizzativa professionale multidisciplinare, articolata per aree di intensità di cura, la cui mission è il soddisfacimento del bisogno sanitario, assistenziale e sociale della persona affetta da lesione midollare. E’ fondamentale, in tale modello organizzativo, la centralità del cittadino nell’interezza delle sue esigenze. In particolare l’attività professionale si estrinseca nella risposta alle necessità cliniche, dalla prevenzione delle complicanze alla riabilitazione, ivi compresi gli aspetti psicologici e sociali dell’individuo. Tali attività diventano essenziali e fondamentali nel momento in cui vengono erogate a pazienti con lesioni midollari che sono prevalentemente di natura traumatica. I pazienti curati provengono principalmente dalla Regione Toscana, ma anche da altre aree nazionali ed internazionali.

La struttura professionale, nell’approccio multidisciplinare, adotta appositi protocolli tecnico-operativi, continuamente aggiornati, ed è composta o viene integrata principalmente da professionalità delle discipline di anestesia e terapia intensiva, ortopedia e, traumatologia, neurochirurgia, neuro-urologia neurofisiopatologia, fisiatria, chirurgia plastica, sessuologia e andrologia, chirurgia della mano e dell’arto superiore, medicina interna, ostetricia e ginecologia, cardiologia, infettivologia, psichiatria e psicologia clinica, anche di altri dipartimenti della AOU Careggi.

L’attività curativo- assistenziale- riabilitativa viene garantita da prestazioni integrate svolte da medici, infermieri, psicologi, assistenti sociali, fisioterapisti, terapisti occupazionali ed operatori socio sanitari, oltre che da un animatore, un maestro di sport per le attività motorie e consulenti alla pari.

La stretta collaborazione con le associazioni per la tutela dei diritti dei pazienti (Associazione Toscana Paraplegici), ed associazioni di volontariato (AVO), permette di indirizzare le risorse e le energie verso obiettivi necessari e condivisi con gli utenti e l’erogazione di servizi non strettamente sanitari, ma altrettanto preziosi.

Il percorso intraospedaliero del paziente, si interrompe solo virtualmente al momento della dimissione, in quanto prosegue successivamente con accessi alle attività di DH e ambulatoriali per controlli e monitoraggio delle condizioni cliniche raggiunte e del miglioramento delle stesse.

L’Unità Spinale può raggiungere gli obiettivi della cura globale e cioè dal primo momento dopo l’evento lesivo e per tutta la vita, in quanto è inserita nell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi che dispone di strutture organizzative e professionali di rilievo nazionale in grado di affrontare le svariate patologie urgenti che i pazienti medullolesi spesso richiedono.

Una struttura così concepita è indispensabile per il corretto trattamento del traumatizzato vertebro-midollare.

Essa si prefigge, inoltre, lo scopo di affrontare le problematiche del paziente con lesione midollare dal punto di vista sociale e psicologico seguendolo durante il percorso di cura. In questo ambito rientra la predisposizione e attuazione di piani di riabilitazione individuali, l’individuazione, la prova ed il collaudo di protesi ed ausili, la reintegrazione sociale e lavorativa e l'assistenza psicologica, il raccordo continuo con le strutture socio-sanitarie territoriali tramite appositi protocolli comuni tra Unità Spinale e ASL toscane, così come definito nella delibera della GRT n. 553 del 7 giugno 2004, che prevede la creazione di una rete su tutto il territorio toscano per la migliore reintegrazione sociale e sanitaria dopo la fase acuta.

Nell’Unità spinale si svolge, inoltre, attività di ricerca clinica, studio e prevenzione nel campo delle lesioni midollari, oltre alla formazione e insegnamento ad operatori del settore, medici, psicologi, infermieri, fisioterapisti su tutto il territorio nazionale ed a livello internazionale.

Attualmente le capacità ricettive della struttura consentono di accettare circa 100 pazienti all’anno per il trattamento globale a partire dalla fase acuta, e di sottoporre a trattamenti riguardanti la fase cronica circa 200 pazienti in un anno. In questo numero non rientrano i ricoveri per il trattamento della vescica neurologica, specificatamente presi in carico dalla SOD di Neurourologia, ricompressa nello stesso dipartimento.

Tutti i pazienti para e tetraplegici ricoverati in Unità spinale necessitano di elevato livello di complessità assistenziale o addirittura di un elevatissimo livello per coloro che sono ricoverati nell’Area per acuti e /o critica.

In regime di degenza ordinaria e di Day Hospital vengono trattati i pazienti con lesione midollare e vertebro- midollare e pazienti con esiti di tali lesioni. In particolare vengono affrontate quelle patologie conseguenti a complicanze della fase cronica. In regime ambulatoriale vengono erogate prestazioni tra le quali: visite per valutazione, visite per follow up, trattamento del dolore e spasticità, trattamento delle lesioni cutanee da decubito, inquadramento neurofisiopatologico.


I medici che intendono proporre il ricovero di un paziente presso la nostra Unità Spinale Unipolare possono compilare il Modulo di proposta in ogni sua parte e inviarlo al fax 055 794 8526. La proposta verrà presa in carico e valutata dai nostri medici, che contatteranno il richiedente appena possibile.
Direttore dr. Giulio Del Popolo
sostituto dr.ssa Stefania Musco
Equipe
Maria Finita Celso
Giuseppe Lombardi
Stefania Musco
Federico Nelli
 
 
L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa del trattamento di problemi disfunzionali del pavimento pelvico in particolare a carico dell'apparato urinario (incontinenza urinaria, ritenzione urinaria, sindromi dolorose pelviche ecc.) a carico dell’apparato genitale (deficit erettile penieno, disturbi della fertilità) nel paziente neurologico (lesione midollare, sclerosi multipla, mielomenigocele, ictus, morbo di Parkinson,) e non neurologico.

La tipologia di casistica trattata prevede:
  • vescica neurologica da lesione midollare, sclerosi multipla, spina bifida, ictus, morbo di Parkinson, ernia discale, neuropatia periferica (idiopatica, iatrogena, diabetica)
  • incontinenza urinaria femminile ed alterazioni della statica pelvica (prolasso)
  • dolore pelvi-perineale
  • incontinenza urinaria maschile neurogena, post-chirurgica e idiopatica
  • ritenzione urinaria maschile e femminile ostruttiva e non ostruttiva

Diagnostica complessa

  • neuro-andrologica, neuro-urologica comprensiva della valutazione urodinamica, videourodinamica,endoscopica e neurourofisiopatologica
  • test di neuromodulazione sacrale per incontinenza urinaria e fecale, costipazione e ritenzione urinaria, dolore pelvico cronico
Attività chirurgica
  • chirurgia tradizionale, protesica e farmacologica (infiltrazioni), endoscopica urologica
  • chirurgia funzionale urologica mininvasiva
  • chirurgia demolitiva e ricostruttiva urologica, prevalentemente funzionale
  • neuromodulazione sacrale (PNE test, impianto definitivo), in pazienti neurologici
Terapia
  • terapie specifiche neuro-andrologiche: training farmacoprotesi, vibrostimolazione per raccolta seme, elettroeiaculazione ed inseminazione assistita, (in collaborazione con ginecologi, biologi, endocrinologi), counselling della coppia per l’inseminazione assistita
  • terapie intravescicali (vescica neurologica, incontinenza urinaria, cistite interstiziale)
  • terapia riabilitativa: riabilitazione vescica neurologica, addestramento al cateterismo a intermittenza, manovre facilitanti lo svuotamento, training minzionale, rieducazione comportamentale, kinesiterapia pavimento pelvico, elettrostimolazione perineale, biofeedback

Attività clinica in regime di Degenza ordinaria

  • diagnostica e riabilitazione complessa
  • trattamenti chirurgici ed endoscopici,
  • neuromodulazione sacrale

Attività clinica in regime di Day Hospital

  • diagnostica e riabilitazione complessa
  • trattamenti complessi endovescicali
  • IVES, SANS

Attività clinica in regime Day Surgery- WeeK surgery

  • trattamenti chirurgici ed endoscopici
  • neuromodulazione sacrale

Attività clinica in regime ambulatoriale

  • neurourologia diagnostica riabilitativa
  • andrologia, fertilità diagnostica riabilitativa
  • endoscopia
Attività di laboratorio
  • urodinamica e videourodinamica
  • fertilità

Direttore Prof. Stefano Romagnoli
sostituta Dr.ssa Laura Paparella

Equipe

Elena Angeli
Gabriele Baldini
Francesco Barbani
Elisabetta Barboni
Nicola Basso
Simone Bianchi
Paola Cetica
Alessandro Di Filippo
Annamaria Durval
Silvia Falsini
Shervin Farmad
Lorenzo Fontarosa
Lorenzo Santo Foti
Rosa Giua
Chiara Gonnelli
Francesco Iglio
Francesca Livi
Benedetta Mura
Alessandra Nella
Laura Paparella
Fulvio Pinelli
Daniela Prencipe
Claudia Sani
Valentina Selmi
Elisena Tarquini
Giovanni Zagli
 
La SOD assicura le attività anestesiologiche, di rianimazione e di terapia intensiva dei pazienti oncologici.

Nell’ambito del percorso oncologico, la SOD eroga tutti gli interventi assistenziali integrati a diversi livelli, valutazioni anestesiologiche in regime ambulatoriale e di degenza, assistenza intraoperatoria, gestione del dolore acuto post-operatorio, consulenza rianimatoria del paziente acuto e grave. A livello generale, l’attività della SOD si articola nei seguenti punti:
  • rendere possibili gli interventi chirurgici e le procedure diagnostico-terapeutiche richieste dalle varie SOD, garantendo i livelli ottimali di sicurezza
  • fornire la più appropriata risposta anestesiologica nel singolo caso preso in carico, definendo una strategia terapeutica perioperatoria individualizzata
  • omogeneizzare le scelte tecniche accorpando le opportunità di trattamento sulla base delle principali patologie trattate
  • assicurare l’assistenza di rianimazione, terapia intensiva e sub intensiva ai pazienti sottoposti ad interventi a rischio o che presentano compromissione delle funzioni vitali (chirurgici e oncologici medici)
  • inserimento di vie venose periferiche e centrali a breve, medio e lungo tempo per la somministrazione di chemioterapie e altre terapie
La SOD partecipa al Percorso del trapianto renale

Direttore Prof. Enrico Fainardi
sostituto in via di nomina
Equipe
Andrea Bianchi
Giorgio Busto
Tommaso Casseri
Ines Del Seppia
Ilaria Desideri
Davide Gadda
Andrea Ginestroni
Ivano Lombardo
Marco Moretti
Cesare Pandolfo
Luisa Vuolo

L'equipe di professionisti di questa struttura dipartimentale si occupa di

> diagnostica TC, RM ed angiografica di:

  • patologie neurologiche e neurochirurgiche cranio-encefaliche e vertebro-midollari
  • della patologia cranio-facciale
  • della colonna vertebrale

> diagnostica angiografica vascolare e delle neoplasie delle parti molli e dello scheletro

> trattamenti di embolizzazione di malformazioni vascolari cranio-encefaliche o vertebro-midollari, trattamenti di embolizzazione preoperatoria o palliativa di tumori del distretto cranio-encefalico e dell’apparato locomotore

> trattamenti di stabilizzazione vertebrale mediante cifo - vertebroplastica in collaborazione con equipe neurochirurgia

Attività in regime di Degenza ordinaria ed emergenza-urgenza

  • indagini TC ed RM del cranio, encefalo, massiccio facciale, orbite, rocche petrose ed ipofisi
  • indagini TC ed RM della colonna vertebrale, midollo spinale
  • angio-RM ed angio-TC del vasi cerebro-afferenti e del circolo intracranico
  • angiografia digitale dei tronchi epiaortici e del circolo intracranico

Attività clinica in regime ambulatoriale

    • indagini TC ed RM del cranio, encefalo, massiccio facciale, orbite, rocche petrose ed ipofisi
    • indagini TC ed RM della colonna vertebrale, midollo spinale
    • angio-RM ed angio -TC del vasi cerebro-afferenti e del circolo intracranico, su richiesta specialistica

  • Trattamento endovascolare di aneurismi ed angiomi cerebrali e delle fistole durali
  • embolizzazione preoperatoria di tumori riccamente vascolarizzati intra od extra-cranici e dell’apparato muscolo- scheletrico
  • test di occlusione e clampaggio endovascolare di tronchi arteriosi epiaortici
  • Trattamento endovascolare dell’ictus ischemico in fase acuta mediante fibrinolisi loco-regionale

Altre procedure diagnostiche e terapeutiche in collaborazione con le SOD Neurochirurgiche, la SOD di Ortopedia Oncologica, CORD

  • biopsie TC- guidate
  • centraggi TC ed RM per il trattamento del morbo di Parkinson con DBS
  • imaging per neuronavigatore in interventi di stereotassi o radiochirurgici di lesioni del sistema nervoso
  • centraggi neuroradiologici sotto controllo scopico in sala operatoria per la neurochirurgia dei tumori ipofisari per via transfenoidale e per interventi di ernia discale
  • interventi di stabilizzazione e vertebro-cifoplastica rachidea

Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua