Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Trasparenza


Sezione non di competenza delle aziende ospedaliere. Gli organi amministrativi di vertice quali Direttore Generale, Direttore Sanitario e Direttore Amministrativo sono inseriti nella sottosezione dedicata ai Titolari di incarichi dirigenziali ammninistrativi di vertice. Per i dati relativi al Collegio Sindacale si rimanda alla sezione Consulenti e Collaboratori, così come precisato da ANAC nelle FAQ 14 e 15 sulla pubblicazione dei dati concernenti i titolari di incarichi dirigenziali e di collaborazione o consulenza (ex art. 15). Si rimanda inoltre alla sezione di competenza della Regione Toscana.
In accordo al regolamento aziendale D/903/186 “Organizzazione della Salute e Sicurezza in AOUC, adottato con Provvedimento del DG n. 458/2019, ai Direttori DAI/AREA, identificati come Dirigenti ai sensi del D.Lgs. 81/2008 s.m.i., nell’ambito del Dipartimento/Area di afferenza, sono delegati con apposito atto, tutti gli obblighi richiamati nell’art. 15 e 18 del D.Lgs. 81/2008 s.m.i., fatte salve le attribuzioni riservate al Datore di Lavoro al fine di assicurare il rispetto di tutti gli obblighi derivanti dalla normativa in ambito prevenzionistico. È inoltre facoltà dei Dirigenti destinatari delle deleghe, avvalersi a loro volta di sub-deleghe, di cui all’art. 16 comma 3-bis del D.Lgs 81/2008 s.m.i., previa intesa con il Datore di Lavoro. Considerato che la formalizzazione di degli atti richiede di rispettare le previsioni dell'art. 16, comma 2, del D.Lgs 81/08 e s.m.i. "Alla delega, di cui al comma 1, deve essere data adeguata e tempestiva pubblicità", si rende disponibile l’elenco nominativo, dei dirigenti ad oggi delegati, precisando che gli atti in originale sono custoditi negli archivi della “UOC Amministrazione del Personale”, struttura aziendale preposta. Con la stessa modalità, al fine di ottemperare alla suddetta prescrizione normativa, si comunica che l’elenco in oggetto verrà aggiornato in modo continuativo e costante da parte del Servizio Prevenzione e Protezione.
 
Elenco Dirigenti Delegati aggiornato al 26/01/2022
Ricognizione degli affidamenti diretti di servizi e forniture sotto la soglia di € 40.000 in gestione all'UO Patrimonio e gare a gestione aziendale:
 
2022
 

 
 

 

Questa Stazione Appaltante utilizza le piattaforme telematiche per l’effettuazione delle indagini di mercato.
Si invitano gli Operatori Economici interessati ad iscriversi alla piattaforma telematica della Regione Toscana START ed al Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione MePA 

2022 
2021
Si tratta dell’accesso a dati o documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di obbligatoria pubblicazione (v. accesso civico semplice). Scopo dell'accesso civico generalizzato è favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e promuovere la partecipazione al dibattito pubblico.
La richiesta di accesso civico generalizzato è gratuita salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall'amministrazione per la riproduzione su supporti materiali e può essere avanzata da chiunque, senza obbligo di motivazione, ma occorre dimostri la propria identità.
 
La richiesta può essere presentata:
  • brevi manu all’URP dell’AOUC al Padiglione NIC - Centro Servizi,  Largo Brambilla 3 Firenze 
  • con raccomandata A/R indirizzata all’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, Largo Brambilla 3  Firenze
  • per posta elettronica This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. inserendo quale oggetto della e-mail "Richiesta accesso civico generalizzato" 
E’ sempre necessario dimostrare la propria identità: nel caso di spedizione per posta ordinaria o e-mail, allegare copia del documento di identità.
 
Il procedimento di accesso deve concludersi nel termine di trenta giorni dalla data di presentazione della richiesta, con la comunicazione al richiedente. 
 
Si tratta della richiesta di pubblicare dati, informazioni e/o documenti che devono essere obbligatoriamente pubblicati nella sezione denominata “Amministrazione Trasparente” sulla home-page del sito web di AOUC e che invece risultassero non presenti.  
In questi casi chiunque può richiederne la pubblicazione.
Scopo dell’accesso civico è permettere il controllo democratico sulle attività delle PA contribuendo a responsabilizzare e sensibilizzare coloro che svolgono ruoli decisionali al loro interno, soprattutto nei settori potenzialmente più esposti al rischio corruzione.
 
La richiesta di accesso civico semplice può riguardare esclusivamente i dati e le informazioni oggetto di obbligo di pubblicazione secondo quanto previsto dal D. Lgs. n. 33/2013, può essere avanzata da chiunque, senza obbligo di motivazione, ma occorre dimostri la propria identità.
 
La richiesta va indirizzata al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza dell'AOUC, competente a decidere sulla stessa e può essere presentata
 
  • brevi manu all’URP dell’AOUC al Padiglione NIC - Centro Servizi,  Largo Brambilla 3 Firenze 
  • con raccomandata A/R indirizzata all’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, Largo Brambilla 3  Firenze 
  • per posta elettronica This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. inserendo quale oggetto della e-mail "Richiesta accesso civico semplice" 
E’ sempre necessario dimostrare la propria identità: nel caso di spedizione per posta ordinaria o e-mail, allegare copia del documento di identità.
 
L’AOUC ha 30 giorni di tempo per procedere alla pubblicazione, dei dati o documenti richiesti, nel proprio sito istituzionale e alla contestuale comunicazione al richiedente dell’avvenuta pubblicazione indicando il collegamento ipertestuale delle pagine pubblicate.
 

 

Tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi (es. sindacati o associazioni a tutela di cittadini o pazienti), che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto di accedere, possono prendere visione ed estrarre copia di documenti amministrativi (l’esame dei documenti è gratuito, mentre il rilascio di copia è subordinato al rimborso del costo di riproduzione, salve le disposizioni in materia di bollo, nonché i diritti di ricerca e di visura).
L’acquisizione di documenti da parte di soggetti pubblici si fonda sul principio di leale cooperazione istituzionale. Il diritto di accesso è esercitabile fino a quando la pubblica amministrazione ha l’obbligo di detenere i documenti amministrativi ai quali si chiede di accedere. Non sono ammissibili richieste di accesso preordinate ad un controllo generalizzato della pubblica amministrazione.
La pubblica amministrazione individua le categorie di documenti da essa formati o comunque rientranti nella sua disponibilità sottratti all’accesso sulla base della normativa vigente in materia, nonché della regolamentazione aziendale. Resta fermo che il diritto di accesso deve essere contemperato con il diritto alla privacy.
Il richiedente deve indicare gli estremi del documento ovvero gli elementi che ne consentano l’individuazione, motivare l’interesse connesso all’oggetto della richiesta, dimostrare la propria identità ed ev. i propri poteri di rappresentanza. La richiesta di accesso, così motivata, deve riferirsi a documenti già esistenti al momento della richiesta: la pubblica amministrazione non è tenuta ad elaborare dati in suo possesso al fine di soddisfare la richiesta di accesso (art. 2, comma 2, DPR n. 184 del 2006). 

La richiesta di accesso può essere presentata

  • in via informale o in via formale brevi manu presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) al padiglione NIC - Centro Servizi,  Largo Brambilla 3 Firenze,
  • oppure può essere spedita con raccomandata A/R indirizzata all’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, Largo Brambilla 3  Firenze, oppure per posta elettronica al seguente indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o per posta certificata all’indirizzo: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. inserendo quale oggetto della e-mail "Richiesta accesso ai documenti amministrativi ai sensi L.241/90".
E’ sempre necessario dimostrare la propria identità: nel caso di spedizione per posta ordinaria o e-mail, allegare copia del documento di identità.  
Il procedimento di accesso deve concludersi nel termine di trenta giorni dalla data di presentazione della richiesta.
Nei casi di provvedimento di diniego o di mancanza di adozione di un provvedimento espresso di diniego da parte della pubblica amministrazione, per cui vale la regola del silenzio-rifiuto, si ha contestuale decorrenza del termine per l’impugnazione davanti al giudice amministrativo.
Laddove la conoscenza dei documenti per i quali è richiesto l’accesso impedisca o ostacoli gravemente lo svolgimento dell’azione amministrativa la pubblica amministrazione è legittimata ad emettere un provvedimento di differimento che indica la durata del rinvio disposto per l’accesso.
I Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) sono le prestazioni e i servizi che il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket), con le risorse pubbliche. 
Gli elementi fondamentali per realizzare l’equità di accesso e perseguire la qualità e l'efficacia clinica relativamente ai LEA, sono l’appropriata prescrizione delle prestazioni, la definizione della priorità clinica coerente con i bisogni del paziente e la tempestività di erogazione.
L'Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi s’impegna a contribuire al rispetto dei tempi di attesa e a mantenere la prevalenza di servizi erogati in attività istituzionale, su quelli in libera professione.
Per ottenere questo, in un percorso di presa in carico, si deve superare la visione tradizionale della ricerca della prestazione singola affidata al paziente; il modello deve orientarsi alla proattività, al continuum del percorso di cura e di assistenza, offrendo una risposta diversificata ai vari bisogni.
L’effettiva presa in carico del paziente avviene quando tutti gli attori del sistema, prescrittori, erogatori di servizi e operatori impegnati nella tutela del cittadino, collaborano tra di loro

L’AOUC ha tra le finalità principali la produzione di prestazioni di ricovero e di elevata qualificazione. La produzione di prestazioni ambulatoriali mira a soddisfare il bisogno di salute nei casi in cui può essere evitato il ricorso al ricovero e nei casi in cui questi accertamenti sono preliminari o successivi all’episodio di ricovero.
La costruzione dell'offerta di prestazioni ambulatoriali da parte dell'Azienda USL sul cui territorio insiste un’Azienda Ospedaliera prevede il pieno coinvolgimento dell'Azienda Ospedaliera; l’AOU Careggi è in questo senso chiamata a contribuire anche all'offerta di prestazioni di primo contatto per i cittadini dell’Azienda USL Toscana Centro secondo le indicazioni del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa 2019-2021 recepite con il Provvedimento del Direttore Generale n. 471/2019 che ha adottato il nuovo Programma attuativo aziendale

Si definisce "Primo accesso o Primo contatto" quella circostanza in cui il quesito diagnostico, ipotizzato in genere dal Medico di Medicina Generale (MMG) o dal Pediatra di Libera Scelta (PLS), in quanto ancora sconosciuto, presenta tutte le caratteristiche dell’imprevedibilità e quindi necessita di certezza e tempestività delle prestazioni utili alla risposta e al proseguimento delle cure. Careggi considera primo accesso:
  • il primo contatto del cittadino con il SSN per un dato problema clinico ossia la prima visita o il primo esame di diagnostica strumentale
  • nel caso di paziente cronico, la visita o l’esame strumentale necessari in seguito ad un peggioramento del quadro clinico.

Si definisce "Presa in carico o prestazione successiva al primo accesso" il contesto organizzativo finalizzato a gestisce le prestazioni, solitamente richieste dal medico specialista, per quei cittadini che hanno una condizione di malattia già conosciuta dal sistema sanitario e che per questo hanno necessità di essere seguiti nel tempo, con certezza di programmazione dei tempi di erogazione delle prestazioni di controllo. Sono tali:

  • la visita o la prestazione di approfondimento per pazienti presi in carico dal primo specialista
  • la visita o prestazione di controllo (follow up).

L’AOU Careggi già dal 2001 confluisce nel sistema di prenotazione di Area Metropolitana e rende disponibili, attraverso il circuito di prenotazione del CUP Metropolitano, contingenti di prestazioni prenotabili di “primo contatto” (vedi anche Prenotare visite ed esami SSN).
L’AOU Careggi inoltre rende disponibili e prenotabili anche con la funzione Prelievo amico dell’App Careggi Smart Hospital i prelievi per l’effettuazione di indagini di laboratorio.
Le prestazioni di "primo accesso",  in aderenza al Regolamento aziendale D/903/163 "Gestione dell’attività specialistica ambulatoriale" (pubblicato alla pagina Regolamenti su funzioni e attività), concorrono a costituire contenitori differenziati in funzione della priorità clinica (DGRT 493/2011 e sue modifiche e integrazioni). La priorità clinica, in quanto espressione del grado di "urgenza" o "differibilità" della prestazione prescritta, è oggi utilizzata dal Sistema Sanitario Toscano per un numero sempre maggiore di prestazioni ed è espressa dal MMG/PLS o dallo Specialista in un apposito campo della prescrizione SSN (storicamente “ricetta rossa”, oggi ordinariamente gestita con prescrizione dematerializzata).
Il campo priorità, per le prestazioni di "primo accesso", può assumere i seguenti valori assegnati, previa valutazione clinica, al momento della prescrizione medica:

  • U (Urgente, da eseguire nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72ore) con appuntamenti aperti alla prenotazione diretta ed esclusiva da parte del MMG/PLS attraverso un canale telefonico dedicato (c.d. "fast track") di Area Vasta
  • B (Breve, entro 10 giorni) con appuntamenti aperti alla prenotazione da parte di utenti ambulatoriali
  • D (Differibile, entro 15-30 giorni per le visite e 30-60 giorni per gli accertamenti diagnostici più semplici)
  • P (Programmabile, entro 120 giorni) il prescrittore indicherà la tempistica più opportuna.

L’AOU Careggi non rende invece prenotabili al CUP-met, ma provvede direttamente alla prenotazione delle quote di prestazioni, obbligatoriamente prescritte da specialisti interni all’AOUC (DGRT 1085/2005), riservate invece agli utenti ambulatoriali che già hanno avuto un primo contatto con i Servizi aziendali ambulatoriali, di Pronto Soccorso e di ricovero, per i quali la normativa regionale (DGRT 1080/2016) impone di garantire percorsi ambulatoriali di "presa in carico" snelli e senza ulteriori attese, come realizzato ad esempio attraverso il CORD per i pazienti oncologici, attraverso il CUD della Diagnostica per immagini e in linea generale attraverso l’attribuzione di privilegi di accesso alla prenotazione diretta nelle agende delle diagnostiche strumentali e di visite specialistiche, da parte dei medici e degli altri operatori dei servizi ambulatoriali aziendali.


Il Programma attuativo aziendale di Governo delle Liste di Attesa 2019-2021 (PAGLA):

  • esplicita i riferimenti normativi
  • riporta le definizioni dei termini utilizzati e delle abbreviazioni
  • riassume il contesto di riferimento e le motivazioni
  • dettaglia alcuni aspetti applicativi particolari del Piano Regionale
  • riporta gli elementi utilizzati per la stima del fabbisogno e per l'organizzazione dell’offerta
  • riferisce la strategia per la separazione dei canali e dei flussi di accesso
  • fornisce indicazioni ai medici per la prescrizione della “prima visita” e della “visita di controllo”
  • definisce la strategia di gestione della domanda con riferimento al quesito diagnostico, al tipo di accesso (primo accesso o prestazione successiva al primo accesso), ai codici di priorità, agli ambiti territoriali di garanzia e ai tempi massimi di attesa per classi di priorità
  • riporta le prestazioni oggetto del monitoraggio nazionale e i relativi tempi massimi
  • approfondisce l’analisi delle criticità e dei bisogni specifici con riferimento agli applicativi elettronici, alla relazione tra tempi di attesa, qualità ed efficacia, alla prescrizione medica, alla esposizione delle agende a cup-met, all’analisi di coerenza tra la domanda espressa dai medici prescrittori dell’AOUC Careggi e l’offerta resa disponibile dalle unità eroganti di Careggi, alle prestazioni erogate a utenti extra regione e stranieri
  • esprime l’obiettivo generale e gli obiettivi specifici: efficienza di utilizzo degli strumenti elettronici, accuratezza nella prescrizione, data warehousing, programmazione dell’offerta, prenotazione per tipo di accesso e per livello, gestione del drop-out
  • esplicita i percorsi di tutela, individua i portatori di interesse, le responsabilità e le tempistiche degli obiettivi, il monitoraggio, la gestione dei percorsi di adeguamento e la previsione di impatto dell’intero progetto.

In una apposita sezione di questo sito web sono riportati i Tempi medi di erogazione dei servizi , affiancando ai tempi registrati in AOUC per le prestazioni ambulatoriali monitorare dal Piano Nazionale e Regionale i tempi resi disponibili in tempo reale sul portale regionale e sul sito dell’Azienda USL Toscana Centro.

Elenco avvocati a disposizione per la difesa del personale AOUC che opera in attività assistenziali.

2018


NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand