Università degli Studi di Firenze SST Regione Toscana

Non risponde al vero l'accusa alla Direzione di Careggi di aver tradito la fiducia dei lavoratori in merito alle progressioni economiche orizzontali del comparto. Al momento della firma del contratto – ricorda il direttore generale Rocco Damone – non era ancora conosciuto, definito e prevedibile il consolidarsi di circolari interpretative vincolanti del Mef e del Ministero funzione pubblica che hanno previsto l'obbligo di scaglionare nel tempo l'attribuzione delle progressioni economiche. In precedenza non era indicato il tetto massimo annuale del 50% del personale a cui riconoscere la progressione così come non era indicato il metodo di calcolo di questa percentuale.

Questa Direzione di propria iniziativa – prosegue Damone – ha inserito nei fondi contrattuali importi economici di spettanza dei lavoratori inutilizzati da anni, destinati al comparto e fino ad ora mai attribuiti. Questi fondi hanno costituito e costituiranno riconoscimenti economici per il personale. La sottoscrizione del contratto integrativo ha valorizzato il personale dell'Azienda nel rispetto delle disposizioni normative vigenti. Un risultato che è stato possibile grazie a un sistema di relazioni sindacali improntato alla più ampia trasparenza, correttezza e buona fede, fino ad oggi patrimonio comune e condiviso da entrambe le parti.
 
In merito alla performance è necessario precisare che gli attuali premi in acconto mensile non subiscono alcuna modifica fino al conseguimento della progressione economica orizzontale. Non corrisponde quindi al vero che ci sia una riduzione immediata dell'acconto mensile anche in assenza di una progressione economica orizzontale. In merito all'attuazione delle progressioni economiche orizzontali con decorrenza 1/1/2021 – conclude Damone – notizie su presunte modifiche del contratto collettivo nazionale di lavoro generano un inutile infondato allarmismo.

Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Continuando la navigazione ne accetti il loro utilizzo. Per saperne di più o non consentirne l'utilizzo leggi Maggiori Informazioni

Continua